Una discarica negli scantinati

Anche amianto nei box auto

Un vero e proprio deposito di ogni tipo di materiale. Anche tossico, come l'amianto. Il tutto nei box auto di una palazzina Iacp a Nardò

Box auto costruiti per servire circa 50 famiglie, ma mai assegnati, erano stati trasformati, a Nardò, in vere e proprie discariche. La situazione che si è presentata alla vista degli agenti della Polizia Costiera Ausiliaria che in quegli scantinati delle palazzine Iacp di piazza Achille Grandi, nella zona 167, hanno effettuato un sopralluogo, aveva dell’incredibile. All’interno vi era disseminato di tutto. Rifiuti urbani sparsi senza criterio, abbandonati da mesi ed in avanzato stato di putrefazione, resti di lavorazioni edili, persino amianto in lastre, altamente pericoloso per gli uomini e per l’ambiente. In alcuni box, il cui muro era stato abbattuto, le forze dell’ordine hanno rinvenuto carcasse di vecchi motocicli e pezzi di ricambio per gli stessi, probabilmente risultato di attività illecite quali furto o altro. Quella che è emersa nelle palazzine di piazza Achille Grande potrebbe non essere l’unica situazione di tal tipo. Chi risiede nella zona racconta che non è raro imbattersi in garage trasformati in depositi di ogni tipo di rifiuto o materiale rubato.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!