La candidata è lei

Il nome è fatto tra soddisfazioni e spaccature. Più o meno sanabili

Niente Primarie. Sergio Blasi si tira indietro per il bene del partito e della coalizione. “Mi impegnerò in prima linea – ha dichiarato – garantendo la mia disponibilità a far parte della squadra”. La candidata alla carica di presidente della Provincia di Lecce è Loredana Capone, attuale vice

E’ andato praticamente tutto come previsto, ieri a Lecce, all’assemblea provinciale del Pd. La candidata alla carica di presidente della provincia è Loredana Capone, attuale vice di Giovanni Pellegrino, presidente uscente, il quale più volte nel corso della serata ha ribadito la sua voglia di tornare, a 70 anni, a fare il nonno. Tutto come previsto, con Sergio Blasi, sindaco di Melpignano, che ha fatto un passo indietro rinunciando alle Primarie, per il bene dell’unità e della coalizione ed ha lasciato campo libero alla Capone, assicurando con saggezza sottolineata da tutti gli intervenuti il proprio impegno in prima linea e la sua disponibilità a fare parte di una squadra. Tutto come previsto. Con Teresa Bellanova, deputata Pd, che ha sostenuto a spada tratta le ragioni della Capone candidata: “è giovane, è la naturale prosecuzione dell’Amministrazione Pellegrino, è in gamba, e soprattutto è donna”. Concetto ripreso anche da Pellegrino che, della sua vice ha evidenziato tenacia e polso duro ed anche la giovane età: “Ha poco più della metà dei miei anni – ha dichiarato in tono scherzoso – e non mi sembra poco. E poi – ha continuato – vedrete quando parte; non la fermerà nessuno”. Tutto come previsto. Forse anche l’intervento, duro, di Lorenzo Ria che ai microfoni ha dichiarato di non trovare alcun elemento di novità rispetto al passato nel nome della Capone e poi ha abbandonato l’aula, ancor prima che questa avesse la possibilità di rispondere, in segno di disappunto. Non era previsto, forse, l’“addio alle armi” di Flavio Fasano, assessore della Giunta Pellegrino che ha annunciato di ritirarsi dalla politica attiva e di non avere alcuna intenzione di candidarsi; “Spero che al mio posto ci sarà un giovane”. Insomma la campagna elettorale è ufficialmente partita ieri. Con divisioni interne che, se non sanate in tempo, potrebbero creare non pochi problemi. L’ha fatto notare la candidata: “Ringrazio Sergio – ha detto – per la sua disponibilità a rilanciare insieme la coalizione di centrosinistra. Mi auguro che queste diversità di vedute, che pure sono naturali in un partito così ampio, vengano messe da parte per il bene dei salentini che ci credono”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!