Terribile scontro auto-scooter: 44enne muore sul colpo

Lecce. Vani i tentativi di rianimare l’uomo che viaggiava a bordo dello scooter. Durante l'impatto, è stato sbalzato per strada perdendo i sensi

LECCE – Lo scontro è stato impietoso. E per Fabio Corpus, fruttivendolo 44enne di Lecce, non c’è stato scampo. L’uomo, sbalzato a terra dopo lo schianto del suo scooter contro un’auto, è morto sul colpo. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari del 118. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, in via Alcide De Gasperi a Lecce. Lo scooter Beverly sul quale viaggiava Corpus non è riuscito a mantenere l’equilibrio, dopo essere finito contro la Renault Scenic guidata da un 48enne di Lecce, rimasto sotto choc dopo l’accaduto. Dalle prime ricostruzioni sembra che l’auto avesse già impegnato la carreggiata per una svolta a sinistra e che, dalla direzione opposta, sia sopraggiunto lo scooter. Impossibile evitare l’impatto. Impossibile, purtroppo, anche rianimare il 44enne, che già mentre i presenti chiamavano i soccorsi era immobile, accasciato al suolo privo di sensi. Il conducente l’autovettura non ha riportato ferite; solo il paraurti del mezzo è rimasto danneggiato. Corpus lascia la moglie ed una figlia di otto anni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!