Galatina.Tabaccaio picchiato dai rapinatori

La vittima ha opposto resistenza ed è stato colpito col calcio del fucile

Paura a Galatina. Un tabaccaio è stato aggredito da tre rapinatori armati che gli hanno portato via l’auto. La vittima ha opposto resistenza ed è stata colpita dai malviventi riportando contusioni guaribili in dieci giorni di prognosi

Se l'è vista brutta Mario Mele, 52 enne, tabaccaio di Galatina. Ore 8:30 del mattino; stava per iniziare una giornata di lavoro. Mario stava togliendo la sua auto, una Peugeot 206 dal garage quando tre uomini incappucciati a bordo di una Clio gli si sono avvicinati. Uno dei tre, con fucile in mano, gli ha intimato di consegnargli le chiavi dell'auto; anzi gliel'ha proprio strappate di mano. Il tabaccaio ha tentato di reagire scagliandosi contro il malvivente. A quel punto è scoppiata la rissa, tanto che la vittima dell'aggressione non ha avuto altra scelta se non la fuga. Alcuni passanti hanno avvisato la Polizia che è intervenuta sul posto per gli accertamenti; l'uomo è stato condotto al pronto soccorso dell’ospedale “S. Caterina Novella” di Galatina. Le contusioni alla testa e alla spalla destra guariranno in dieci giorni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!