Lecce. Si sistemano le strade

Dopo i danni causati dal maltempo che ha investito tutto il Salento

Paolo Perrone da il via al piano predisposto dall’amministrazione comunale per la sistemazione e la messa in sicurezza delle strade, dopo i danni causati dal maltempo che ha investito tutto il Salento

Scatta il piano predisposto dall’amministrazione comunale per la sistemazione e messa in sicurezza delle strade. Lo rende noto il sindaco Paolo Perrone. Grazie al miglioramento delle condizioni atmosferiche, infatti, nei giorni scorsi sono partiti gli interventi di bitumazione delle arterie che consentiranno di ricoprire buche e sconnessioni del manto stradale provocate dalle piogge abbondanti dei mesi scorsi. Le prime strade interessate sono viale del Risorgimento, il sottopasso di via Monteroni e alcuni tratti della circonvallazione. Nei prossimi giorni si procederà a completare gradualmente il piano di intervento. Com’è noto, per interventi specifici è stato predisposto un servizio da parte della Lupiae, i cui operatori intervengono a seguito delle segnalazioni di situazioni particolari e circoscritte. I numeri ed i recapiti utili sono il numero verde (800 144905) ed un indirizzo di posta elettronica ([email protected]). “Siamo riusciti a far partire il piano degli interventi – sottolinea il sindaco Paolo Perrone – grazie al miglioramento delle condizioni atmosferiche ed al fatto che il fondo stradale finalmente è asciutto. Saranno così ridotti i rischi per automobilisti, motociclisti, ciclisti e pedoni e restituiremo comunque decoro a diverse arterie cittadine. Naturalmente siamo consapevoli dei disagi che questa situazione ha comportato, ma oggettivamente non è stato possibile intervenire prima e ci scusiamo con tutti i cittadini. Contiamo di procedere speditamente e completare in tempi brevi il programma”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!