A Gallipoli è tempo di bilanci

Positiva la partecipazione alla Bit

Positivo il bilancio per la città di Gallipoli alla Borsa Internazionale del Turismo, tenutasi nei giorni scorsi a Milano ed in grado, come sempre, di capitalizzare le attenzioni degli operatori del settore a livello nazionale e, soprattutto, transnazionale

Si è chiuso con un bilancio decisamente positivo per la città di Gallipoli la partecipazione alla Borsa Internazionale del Turismo, tenutasi nei giorni scorsi a Milano ed in grado, come sempre, di capitalizzare le attenzioni degli operatori del settore a livello nazionale e, soprattutto, transnazionale. A trarre le conclusioni della permanenza della città ionica nella Bit del capoluogo meneghino è stata l'assessore al Turismo, Gabriella Casavecchia, che ha spiegato l'obiettivo perseguito da parte dell'Amministrazione Comunale durante la manifestazione espositiva. “A Milano – ha detto l'assessore – abbiamo puntato a presentare il prodotto-Gallipoli come una realtà in grado di offrirsi agli occhi dei turisti con un bagaglio importante di cultura, arte e tradizioni, che rendono di fatto la nostra cittadina assai più appetibile agli occhi dei visitatori rispetto a quelle località che sono vincolate esclusivamente al binomio sole-mare”. L'esecutivo cittadino ha puntato dunque particolarmente sulla cultura e sull'arte, con appositi depliant e immagini, che hanno riscosso l'apprezzamento ed il plauso da parte degli operatori presenti. “Abbiamo avuto la conferma – ha detto la Casavecchia – di come la nostra città continui ad essere guardata con estremo favore nel sistema turistico e come, grazie proprio alla sua offerta altamente diversificata, riesca ad avere grande attrattiva e grande visibilità. Un discorso che è ancor più importante alla luce delle attuali, sfavorevoli congiunture economiche a livello mondiale”. Altro argomento privilegiato è stato quello della destagionalizzazione, obiettivo che il governo di Palazzo Balsamo intende raggiungere puntando molto sulla cosiddetta “cultura immateriale” e quindi sui riti e sulle tradizioni cittadine. “Oltre alla possibilità di ammirare le nostre bellissime chiese e più in generale i monumenti che ci caratterizzano – ha concluso l'assessore – punteremo sulla valorizzazione dei riti della Settimana Santa e su un cartellone di proposte ed appuntamenti culturali in grado di soddisfare i diversi gusti e le varie aspettative del pubblico, concentrando ovviamente tali eventi oltre il periodo balneare”

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!