Il coloratissimo Carnevale gallipolino

Quest'anno la sessantottesima edizione

La 68a edizione del “Carnevale di Gallipoli” ha intrattenuto in un clima di allegria e divertimento i tantissimi spettatori che hanno scelto, da tutto il Salento ed oltre, la città ionica per trascorrere la giornata dedicata alle maschere

Un tripudio di colori, luci, carri allegorici e gruppi mascherati: per circa tre ore la 68a edizione del “Carnevale di Gallipoli” ha intrattenuto in un clima di allegria e divertimento i tantissimi spettatori che hanno scelto, da tutto il Salento ed oltre, la città ionica per trascorrere la giornata dedicata alle maschere. Uno spettacolo garantito dalla presenza di ben sei carri allegorici e di diversi gruppi mascherati, che hanno dimostrato idee davvero originali e del tutto particolari nelle proprie rappresentazioni. Diversi infatti i temi scelti per la prima delle due sfilate della kermesse gallipolina, anche se il richiamo alla tutela dell'ambiente è stato sicuramente quello più gettonato tra maestri cartapestai ed associazioni in maschera. Tra gli altri spunti di riflessione che sono stati offerti dai carri attraverso il linguaggio dell'allegoria, la celebrazione del Carnevale gallipolino, il richiamo ad un maggiore riconoscimento della meritocrazia e l'immancabile satira politica, mentre i gruppi mascherati si sono divertiti a spaziare tra favole e fiabe (Mary Poppins), musical (Grease) e richiami culinari ed enogastonomici, con provetti cuochi e succulente pietanze in cartapesta piuttosto che calici e coppe di vino offerte simbolicamente ai giurati durante la propria esibizione. “Una sfilata – ha commentato il sindaco Giuseppe Venneri – che non ha fatto altro che confermare il prestigio e l'alto livello che ha raggiunto il nostro Carnevale, la cui importanza è unanimemente riconosciuta. Una kermesse che negli ultimi anni è cresciuta moltissimo e che si pone quale punto di riferimento, a livello turistico e promozionale, per tutto il nostro territorio”. Tornando alla manifestazione, va sottolineato che quest'anno quasi tutti i gruppi mascherati si sono cimentati nell'arte della cartapesta, accompagnando le proprie esibizioni con manufatti artigianali assai pregevoli. Per quanto riguarda vincitori e classifica finale, invece, bisognerà attendere sabato prossimo, quando – sempre a partire dalle 14.30 – si terrà la seconda ed ultima sfilata del carnevale ionico, sempre ripresa dalle telecamere di Studio 100, media partner della manifestazione, che continuerà a garantire la copertura dell’evento tanto sull’analogico quanto su “Salento Channel”, canale satellitare 952 della piattaforma di Sky: si conoscerà così la classifica finale sia dei sei carri allegorici che dei dodici gruppi mascherati, suddivisi nella categoria “adulti” (sei partecipanti), “bambini” (4) e in quella speciale del “Titoru”, la tradizionale e caratteristica maschera gallipolina, per la quale gareggiano due sodalizi

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!