Il Mercatino del Gusto di Maglie sbarca alla BIT

Oggi la presentazione

Il Mercatino del Gusto di Maglie sarà presentato al pubblico della fiera e agli addetti ai lavori stamattina alle ore 11, nell’area Eventi della Regione Puglia alla Bit di Milano

Stamattina alle ore 11, nell’area Eventi della Regione Puglia alla Bit di Milano, il Mercatino del Gusto di Maglie (Le) sarà presentato al pubblico della fiera e agli addetti ai lavori. Enzo Russo Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Antonio Fitto Sindaco della Città di Maglie, e Michele Bruno Presidente di Slow Food Puglia illustreranno l’edizione 2009, un’edizione speciale perché la manifestazione, dall’1 al 4 agosto, festeggia quest’anno i suoi straordinari 10 anni. Per celebrare questa ricorrenza, non solo tante novità e sorprese in programma, ma anche il sito www.mercatinodelgusto.it cambia veste e si arricchisce di interessanti contenuti: non solo un work in progress sui protagonisti e sulle iniziative previste, per l’appuntamento di agosto 09, ma anche una panoramica sullo storico dell’evento magliese. Il Mercatino del Gusto è un progetto di Slow Food Puglia, condiviso e sostenuto dalle istituzioni locali e regionali (Regione Puglia, Provincia di Lecce, Città di Maglie, CCIAA di Lecce) e da Aziende Private. L’evento, inaugurato nel 2000 a Maglie, è diventato uno degli appuntamenti principali dell’estate – non solo salentina – ma di tutta Puglia. C’è sempre stato grande entusiasmo nell’organizzazione del Mercatino del Gusto, ma quest’anno sarà certamente ancor più speciale, perché ci si prepara ai grandi festeggiamenti per il decimo compleanno. L’idea che guida questa iniziativa è la vera chiave del successo: il piacere della tavola è, infatti, solo il punto di partenza di un percorso attraverso antiche usanze, tradizioni, identità, territori. Al Mercatino, che coinvolge tutta la città di Maglie, ciò che si assaggia viene spiegato, raccontato, per lasciare a chi è curioso qualcosa di più di un sapore: la memoria di un incontro. In questo approccio, c’è Slow Food, con la sua filosofia, che affascina e coinvolge, che riesce a coniugare il clima festoso di una manifestazione estiva a dei contenuti che fanno riflettere, come il recupero di una dimensione più slow, capace di avvicinare le persone e di farle entrare in contatto con lo spirito più vero della città che le accoglie. L’appuntamento magliese, che di anno in anno viene arricchito, ha notevoli risvolti culturali e favorisce lo scambio e il dialogo tra i partecipanti; questo non solo da un punto di vista enogastronomico e conviviale, ma anche artistico, con perfomance di musica, letteratura, danza e teatro.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!