La stagione lirica della Provincia di Lecce entra negli anta

Tagliato il traguardo della quarantesima edizione

Tutti i dettagli del programma e delle manifestazioni collaterali saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa stamattina alle ore 11.30, nel Foyer del Teatro Politeama Greco di Lecce (Via XXV Luglio)

La Stagione Lirica della Provincia di Lecce al Teatro Politeama Greco, appuntamento fisso per gli appassionati di teatro e di cultura in genere, taglia quest'anno il traguardo della quarantesima edizione. Tutti i dettagli del programma e delle manifestazioni collaterali saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà stamattina alle ore 11.30, nel Foyer del Teatro Politeama Greco di Lecce (Via XXV Luglio). Interverranno Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia di Lecce e della Fondazione ICO “Tito Schipa”, Aurelio Gianfreda, assessore provinciale alle Attività culturali, Filippo Zigante, direttore artistico della Stagione Lirica, Marcello Panni, direttore artistico della Stagione Sinfonica, Antonio Cassiano, dirigente del Servizio Attività culturali e museali della Provincia di Lecce e direttore del Museo provinciale “Sigismondo Castromediano” e Grazia Manni, direttore amministrativo della Fondazione ICO. La Stagione Lirica 2009 si aprirà il 13 febbraio e si concluderà il 29 marzo. Dopo la “prima” del 13 febbraio (in replica il 15), le date degli spettacoli sono: 25, 27 febbraio e 1 marzo per il “Rigoletto” di Giuseppe Verdi; 12 e 14 marzo per il dittico “Gianni Schicchi” di Giacomo Puccini e il balletto “La Giara” su musiche di Alfredo Casella. Si chiude il 25, 27 e 29 marzo con la “Norma” di Vincenzo Bellini.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!