Ad Istanbul con “I Mostri”

Consigli su come trascorrere la vigilia di Natale

Stasera è di scena “La natività secondo Bambocci“, una riscrittura dissacrante condotta dalla band I Mostri. L'appuntamento è all'Istanbul cafè di Squinzano

Stasera una vigilia di Natale irriverente all'Istanbul cafè di Squinzano (Le), locale simbolo del divertimento alternativo salentino. A condurre le danze “La natività secondo Bambocci“, una riscrittura dissacrante dei I Mostri; la band, ormai all'indice dell'Inquisizione, proporrà un lunghissimo repertorio tra stravolgimenti di canzoni italiane degli anni '60, classici del rock e brani propri. All'interno dello spettacolo non mancheranno le sorprese. L'Istanbul Cafè di Squinzano (Le) è diventato il catalizzatore della musica underground ormai da dieci anni. Concerti di gruppi locali, italiani e stranieri, dance hall di ogni genere hanno fatto entrare il Salento nei circuiti della musica nazionale indipendente. Dall'Istanbul sono passati (solo per citarne alcuni) RadioDervish, gli australiani Sodastream, Cesare Basile, Amy Denio, Super Elastic Bubble Plastic, Perturbazione, Sylvain Chauveau, i dj della casa discografica inglese Rough trade, Kawabata Makoto, Calamity Jane and Dr.Kiko, Demolition Doll Rods, Melomane, Two dollar Guitar con Steve Shelley (batterista dei Sonic Youth), The Styles, Miss Kenichi, Zu e Stearica, Dj Gruff, Dj Tayone oltre a centinaia di dj e band salentine e pugliesi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!