Casarano. La Dc sta col PdL

Alleanze e schieramenti politici in vista del voto

Si ingrossano le fila del centrodestra in vista delle prossime Amministrative casaranesi. La Dc provinciale ha nominato il segretario cittadino: Massimo D’Aquino. Rifondazione Comunista invece ha fatto sapere che non starà con il centrosinistra se il candidato sarà Ivan De Masi

Dopo 14 anni di assenza, il simbolo dello “Scudo crociato” potrebbe ricomparire sulla scheda elettorale per le elezioni comunali casaranesi. E’ notizia di ieri, infatti, che Raffaele Lisi, responsabile provinciale della Democrazia Cristiana, ha nominato il commissario cittadino nella persona di Massimo D’Aquino, un operatore sanitario con trascorsi di militanza politica in orbita democristiana. La sua nomina è il primo atto di un processo che dovrà concludersi con la costituzione del Coordinamento comunale della Dc. “Il simbolo della Democrazia Cristiana torna a rappresentare sul territorio casaranese i valori del cattolicesimo democratico impegnato in politica – si legge nel primo comunicato stampa del neo commissario – infatti cresce sempre più forte la esigenza che cattolici e laici si ritrovino al più presto intorno ai valori della grande tradizione popolare e democratica di cui è portatrice la Dc. Tale esigenza – prosegue la nota – è ancor più avvertita in un territorio, da sempre, a forte vocazione cattolica e democratica. E’ per questi motivi che ho accettato la nomina a commissario cittadino. Pertanto inizierò da subito ad effettuare un’azione politica tendente al recupero delle migliori tradizioni del cattolicesimo democratico impegnato in politica” Così come a livello nazionale, anche a Casarano la Dc, “pur mantenendo la propria autonomia politica, conserva una sinergia di azione politica con il PdL”. Il centro-destra, quindi, comincia ad ingrossare le schiere in vista delle consultazioni del 2009, mentre dalla parte opposta si profila difficile l’alleanza tra Rifondazione Comunista e il resto del centro-sinistra se il candidato-sindaco sarà Ivan De Masi. Lunedì scorso, infatti, si è tenuto a Bari un incontro tra una delegazione del circolo cittadino di Rifondazione Comunista, guidata dal segretario Marco Mastroleo, con il governatore Nichi Vendola e il segretario regionale Nicola Fratoianni. Lo scopo dell' incontro era quello di fare il punto sulla situazione politica di Casarano e, sulla scorta delle valutazioni seguenti, tracciare le linee direttrici della strategia politica in vista delle amministrative del 2009. “Stante il clima di fiducia e la sintonia sullo scenario auspicabile per Casarano – si legge in una nota – il presidente ed il segretario regionale hanno garantito il loro appoggio alla linea politica del circolo. L’auspicio è quello di dare vita ad una coalizione di centro sinistra, rinnovata nei nomi e nel modus operandi, che, rinvigorita da una ventata di freschezza, possa essere una reale alternativa di governo alla vecchia cultura politica berlusconiana che a Casarano, più che in altri luoghi, si rischia di assecondare e perpetuare”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment