DONNE AL LAVORO

A Palazzo Nervegna, nel centro storico di Brindisi, il Dipartimento di Scienze Sociali e della Comunicazione dell’Università del Salento, ha presentato la ricerca “Donne e Lavoro, tra flessibilità e capacità d’impresa in provincia di Brindisi”

A Palazzo Nervegna, nel centro storico di Brindisi, il Dipartimento di Scienze Sociali e della Comunicazione dell’Università del Salento, ha presentato la ricerca “Donne e Lavoro, tra flessibilità e capacità d’impresa in provincia di Brindisi”

“Donne al lavoro. Bisogno di sicurezza e realizzazione di sé”. Questo il titolo del convegno che si è svolto nella giornata di martedì 25 Novembre nella splendida cornice di Palazzo Nervegna a Brindisi. Il convegno si è proposto di contribuire ad accrescere la consapevolezza sulla qualità del lavoro delle donne al fine di stimolare riflessioni su strategie di intervento efficaci nell’ambito della programmazione pubblica provinciale e regionale. Durante la mattinata è stata presentata la ricerca “Donne e lavoro, tra flessibilità e capacità d’impresa in provincia di Brindisi” coordinata dal responsabile scientifico dell’Università del Salento, Luigi Za e presentata dalle professoresse dell’Università del Salento Maria Mancarella, Anna Maria Rizzo e il sociologo Daniele Morciano di Beta Consult. La ricerca “policy oriented”, esposta ad un auditorium numeroso ed attento, composto in prevalenza da alunni degli Istituti Tecnici Superiori di Brindisi e da operatori del settore, ha l’intento di contribuire al miglioramento delle politiche pubbliche per l’inserimento lavorativo delle donne e la qualità della loro vita sul piano lavorativo, familiare e sociale. Obiettivo generale è quello di approfondire condizionamenti culturali, sistematici e personali che influenzano la capacità autonoma di scelta delle donne in relazione al proprio percorso professionale. Gli effetti della flessibilizzazione del mercato del lavoro, l’esplorazione delle capacità d’impresa “inespresse” e l’analisi di casi di eccellenza di imprese femminile, sono state le tematiche principali della ricerca. «Tutte le donne hanno un obiettivo chiaro – afferma Maria Mancarella – lavorare, per realizzare le proprie aspirazioni professionali al di là delle difficoltà che si incontrano: ritmi di lavoro molto intensi, falsa autonomia, il dovere di doversi dividere fra più ruoli: madre, moglie e lavoratrice». Hanno aperto i lavori Marcello Strazzeri, preside della Facoltà di Scienze Sociali, Politiche e del Territorio dell’Università del Salento, Domenico Mennitti, il primo cittadino della città di Brindisi, Ettore Bambi, esperto in politiche sociali. Sono, inoltre, intervenuti Anna Loparco, responsabile del settore Qualità Sociale della Provincia di Brindisi, e Alessandra Amoruso, dell’Associazione degli Industriali di Brindisi. Un convegno, dunque, all’insegna della valorizzazione e dell’importanza del ruolo delle donne nel lavoro e un attento studio che potrà fungere da stimolo e suggerire percorsi e strumenti utili al superamento delle loro difficoltà.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!