Radiofarmaci. Documenti pubblici

Le precisazioni del sindaco

“La documentazione sull’impianto per la produzione di radiofarmaci è sempre stata a disposizione di chiunque ne volesse prendere visione”. In una conferenza stampa che si è tenuta ieri, Remigio Venuti, primo cittadino di Casarano, ha replicato alle accuse avanzate nei giorni scorsi da Giampiero Marrella, capogruppo di Forza Italia

“La documentazione sull’impianto di produzione dei radiofarmaci è stata sempre negli uffici comunali e a disposizione di tutti”. Remigio Venuti, sindaco di Casarano, passa al contrattacco e chiarisce alcuni aspetti riguardanti il contestato insediamento produttivo che dovrebbe sorgere nella zona industriale della città. Nel pomeriggio di ieri ha convocato una conferenza stampa per rispondere alle accuse dell’opposizione di centro-destra e ai rilievi del difensore civico circa l’assenza della relativa documentazione negli uffici comunali. Proprio questo particolare ha ispirato il primo cittadino ad una presentazione-effetto, arrivando in conferenza stampa con i faldoni contenenti i documenti dell’impianto che le imprese del “Consorzio Radon” stanno realizzando nella zona industriale. Venuti si è particolarmente preoccupato dell’effetto negativo che queste polemiche, che ha definito “strumentalizzazioni elettoralistiche”, possano avere sulla popolazione. “All’opinione pubblica rischia di giungere un messaggio falsato della realtà – spiega –; basta leggere i titoli dei giornali di oggi (ieri, ndr) e si comprende questo rischio”. Tutto il discorso di Venuti, però, gira sulla presunta anomalia rivelata da Giampiero Marrella, capogruppo di Forza Italia, ossia che l’Ufficio che ha rilasciato la concessione edilizia per l’impianto produttivo dei radiofarmaci non sarebbe in possesso della documentazione dello stesso insediamento produttivo. “Tutta la documentazione si trova in Municipio negli uffici preposti – ribadisce il sindaco –; è sempre stata qui ed è a disposizione di tutti coloro che hanno diritto a visionarla. Chiunque, a cominciare dal consigliere Marrella, può andare negli uffici a prenderne visione”. Venuti, non a caso, distingue la visione dei documenti dalla copia degli stessi. L’esponente dell’opposizione da tempo attende il rilascio in copia dei documenti, anche perché il Consiglio comunale monotematico è alle porte (16 ottobre). “Ciò che ha avuto qualche ritardo è la copia dei documenti – ammette Venuti –, però rilasciarne una è un iter abbastanza lungo. Il consigliere Marrella ha inoltre chiesto uno stato dell’arte della costruzione del centro, ma l’attuazione del progetto non è monitorata dal Comune. E’ normale che l’ufficio chieda questo documento all’azienda”. Infine, ha definito “incauta” la sollecitazione del difensore civico perché “ha l’accesso agli uffici in qualsiasi momento, per cui poteva verificare che non si trattava di assenza della documentazione, ma di ritardo della copia, che è cosa ben diversa”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!