Truffa con 488. Sette avvisi per la Glocal di Casarano

L’inchiesta della Procura

Nel 2001, l’impresa avrebbe ricevuto 640mila euro in conto impianti per la costruzione di un albergo a Gallipoli, presentando false attestazioni di spesa

Avrebbe ricevuto illegittimamente una somma pari a circa 640mila euro in conto impianti per la costruzione di un albergo a Gallipoli. I fatti risalgono al 2001; l’impresa coinvolta la Glocal costruzioni di Casarano. E’ ciò che sarebbe emerso da indagini della Guardia di finanza. Così nei giorni scorsi sette avvisi di conclusione delle indagini preliminari sono stati notificati ad altrettanti indagati, imprenditori ed professionisti salentini, coinvolti nell’inchiesta condotta dalla Procura di Lecce per sospetta truffa con 488. Avrebbero concorso alla truffa Fernando Toma ed Ivan De Masi, rispettivamente amministratore e socio della Glocal, con la complicità di Gianfranco Napolitano, commercialista incaricato di istruire la pratica di finanziamento, Gianluca Marsano, ingegnere, Alessandro Bonci ed Antonio Rizzello, imprenditori. Secondo il pm Imerio Tramis la Glocal costruzioni avrebbe incassato il contributo concesso in due tranche presentando false attestazioni di spesa. Gli indagati hanno la possibilità di presentare memorie difensive. Il pm deciderà se chiedere il rinvio a giudizio o il proscioglimento.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!