Città Aperte nell’ultimo weekend di settembre

Percorsi naturalistici, trekking, bicicletta, a spasso per il Salento

Continuano gli appuntamenti promossi dall'Azienda di promozione turistica di Lecce

Nell’ultimo weekend di settembre, sabato 27 e domenica 28 settembre, il programma di “Città Aperte” organizzato e coordinato dall’Azienda di Promozione Turistica della provincia di Lecce, prevede 3 appuntamenti: una “Passeggiata per città” gratuita con guida a e due escursioni per “Parchi Aperti” ad Otranto e Copertino. Per “Passeggiate per città”, sabato 27 settembre, è in programma a Lecce, con partenza dall’ufficio informazioni (I.A.T.) di via Vittorio Emanuele, 24 alle 17,30 e rientro alle 19,30 la visita guidata ai monumenti del centro storico (Info:I.A.T. 0832.248092-332463). “Parchi Aperti” gratuiti con guida presenta, domenica 28 settembre, un percorso naturalistico di trekking ad Otranto nella rigogliosa Valle dell’Idro e un percorso di fede in bici a Copertino. L’escursione di dieci chilometri alle Sorgenti di Carlo Magno con partenza da Otranto dalla foce del fiume Idro alle 9,30 e rientro alle 15, si snoda per cripte e chiese rupestri frequentate nel Medioevo dai monaci italo-greci fino all’insolita visita al complesso sistema di opere idrauliche in galleria dell’acquedotto di “ Carlo Magno”, costruito per la captazione delle due sorgenti che alimentano l’Idro, nel 1917 dal Genio Militare della Regia Marina per il rifornimento d’acqua al Campo Inglese di concentramento a ridosso della valle, all’Idroscalo dell’Aviazione Italiana e del naviglio che sostava nel porto di Otranto (Info: Gruppo Speleologico ‘Ndronico 338.8947823-333.3320820). Il percorso di fede di circa venti chilometri tra le Cappelle Votive di Strada in bici con partenza da Copertino, piazza Castello, alle 9 e rientro alle 14, richiama una parte di quel “percorso” che San Giuseppe da Copertino era solito fare per recarsi dal Santuario della Grottella al convento di Casole. Sull’itinerario si trovano le Cappelle di Sant' Anastasia, della Crocifissione con all'interno il presepe lapideo, di Santa Barbara dove San Giuseppe era solito recarsi per pregare e far penitenza, di Sant' Alberico e del Cristo delle Melogne. L’escursione prevede anche la degustazione di prodotti tipici presso la masseria “Mollone”. Partecipano all' iniziativa un gruppo dell’Associazione “Cicloamici” di Lecce (Info: Casello 13 – 366.3742858/339.4145882).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati