Schianto su viale Calasso

Asfalto bagnato ed alta velocità tra le cause dell’incidente

Le due auto sono andate praticamente distrutte ma i passeggeri non hanno riportato ferite gravi

L’asfalto bagnato ma, probabilmente, anche l’alta velocità potrebbero essere le cause dell’incidente che si è verificato nella notte di sabato scorso (erano circa le 2.30) su viale Calasso a Lecce. Le due auto che si sono scontrate, una Porsche Cayman e una Nissan X-Trail, sono andate praticamente distrutte mentre fortunatamente gli occupanti I veicoli hanno riportato delle ferite giudicate guaribili al Massimo in un mese. Ha avuto la peggio una donna di 30 anni, di Ruffano, che si trovava nella Nissan, che ha riportato fratture in diverse parti del corpo; ma se la caverà comunque in 30 giorni. I due ragazzi che si trovavano nella Porsche, un 20enne di San Pietro in Lama e un cittadino albanese di 24 anni hanno riportato ferite di poco conto. I tre giovani sono stati sottoposti ai test per rilevare la concentrazione di alcol e droga nel sangue; in tutti e tre I casi, livelli entro la norma per quanto riguarda l’alcool e nessuna presenza di stupefacenti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!