La Provincia progetta la Fama

Il progetto Interreg III Italia-Albania

Si chiama “Fama” (Formazione degli albanesi in mestieri antichi) il progetto che mira alla riqualificazione lavorativa di cittadini albanesi residenti nel territorio provinciale. Partner sono la Provincia ed il Comune di Lecce

Sarà realizzato a breve dalla Provincia di Lecce, e in partenariato con il Comune di Lecce, il progetto “Fama” (Formazione degli albanesi in mestieri antichi), che rientra nell’ambito del programma europeo “Interreg III, Italia-Albania”. Lo scopo di tale progetto è la riqualificazione lavorativa di cittadini albanesi, preferibilmente residenti in città e in provincia, attraverso un percorso integrato di formazione e qualificazione delle competenze nella lavorazione della pietra a secco e del restauro urbano. Nella seduta di ieri, la giunta provinciale ha preso atto del progetto e del relativo impegno finanziario previsto come quota di cofinaziamento dei partner. La realizzazione del progetto prevede il rilevamento sul lavoro di competenze pratiche per eseguire interventi di recupero, ricostruzione, costruzione e restauro delle architetture in pietra a secco; azioni di ripristino del paesaggio rurale nelle aree degradate; lavori di recupero e restauro di spazi urbani mediante applicazioni di tecniche di pavimentazione a basolato, restauro della pietra leccese, utilizzando i materiali opportuni ed i macchinari e gli attrezzi più idonei al tipo di lavoro. Col medesimo atto, la giunta provinciale ha incaricato il dirigente del Servizio Sviluppo Locale e Politiche U.E. di dare esecuzione agli atti occorrenti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!