Alla scoperta di Santa Cesarea

Il convegno di stasera

La Santa Cesarea Terme che in pochi hanno visto e che in molti non immaginano nemmeno sarà la protagonista di un incontro che si terra stasera, proprio a Santa Cesarea

Tutta la costa salentina è disseminata di grotte marine e sulfuree, insenature, pertugi, semplici rifugi scavati nella roccia dal tempo e dalle acque. Secondo quanto mostrano le planimetrie più aggiornate degli studiosi, in particolare la zona che va da Otranto-Porto Badisco, attraversa Santa Cesarea Terme e arriva quasi nell’abitato di Castro, registra una concentrazione ragguardevole di bellezze naturalistiche di questa specie. In ordine geografico discendente, giusto per citarne qualcuna, troviamo grotta dei Cervi, grotta Romanelli e grotta Zinzulusa. Tre delle tantissime cavità presenti in questi luoghi che stasera (10 settembre) alle ore 20 sul piazzale delle Terme verranno portate alla ribalta da una serie di studiosi invitati per l’occasione dalla Pro Loco di Santa Cesarea. Durante la tavola rotonda interverranno, oltre al presidente Fabio Mangia, due celebri studiosi. Ninì Ciccarese, presidente del Gruppo speleologico salentino “De Lorentiis” (ente con sede a Maglie) che svelerà “La Santa Cesarea Terme invisibile”, cioè quello che “molti immaginano e pochissimi hanno visto” sulle grotte di questo versante di costa provinciale. Per dirne qualcuna, Ciccarese parlerà della stupenda Grotta Cosma, risalente al Neolitico, estesa per circa 400 metri, tutta ricca di segni e tracce umane sottoforma di circoli “cultuali” di pietre a secco per le funzioni religiose. A seguire il geologo Giovanni Luca Miggiano discuterà sul “carsismo a Santa Cesarea”, a cui si affiancheranno gli interventi del sindaco cesarino Daniele Cretì, del parroco Don Remo Esposito, dello storico Angelo Lazzari, presidente regionale Unpli Puglia, e del giornalista Nunzio Pacella.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!