Ci vado, Ergo Sum

L’atteso evento di Galatina

Poesia e musiche, arti e letteratura sotto le stelle della Grecìa Salentina. Il prossimo 6 settembre i palazzi ed i cortili di Galatina si popoleranno di cultura per tutta la notte. Bianca

Immaginate il centro storico della città di Galatina, i suoi palazzi , i cortili, il barocco della città della Grecìa, popolato per una notte dagli autori più originali della letteratura italiana del momento. Il sogno diventa realtà il 6 settembre prossimo. Si tratta di “Ergo Sum”, la prima Notte Bianca della Letteratura e delle Arti. Un evento realizzato da Alessandra Pizzi della Titania Comunicazione & Media, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Galatina e Lupo editore, Besa, Manni, Kurumuny e Il Raggio Verde. 36 autori di fama nazionale e locale si alterneranno nelle sette location scelte tra gli angoli più suggestivi del borgo antico, in un susseguirsi ragionato di letture, readings, talk show, momenti di incontro con i lettori, a partire dalle 22:30, fino a notte fonda. Qualche nome? Giovanni Lindo Ferretti, Enrico Vaime, Eliana Bouchard, Luciano Garofano, Ilaria Cavo, Adriana Pannitteri, Dario Salvatori, Livio Romano, Brizio Montinaro. Per cominciare. La lista è ancora lunga. Ci sarà spazio anche per i bambini con le fiabe e le illustrazioni di “Un, due tre.. stella!” la rivista-laboratorio che pubblica le opere di artisti e scrittori appassionati di letteratura per l’infanzia, di cui verrà presentato il prossimo numero, con abbondante contorno di fiabe e filastrocche interpretate dalla redazione del giornale. E per gli amanti dell’arte la Notte Bianca di Galatina riserverà un viaggio attraverso il mondo delle arti visive contemporanee, con nomi del calibro di Randy Kleyn e Gianni Colombo, insieme a numerosi artisti salentini che esporranno i propri lavori in un percorso dei sensi fitto di emozioni. A fine nottata non mancherà la musica, con Davide Tarantino, Mauro Tre Trio ed il dj set letterario “Ululati” a cura di Lupo editore e CoolClub.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!