Rapine con spranga. Arrestato

Preso l'incubo dei supermercati di Galatina

Durante l'ultimo colpo si era sfilato il passamontagna; il titolare dell'esercizio commerciale ha così potuto riconoscerlo

In occasione dell’ultima delle numerose rapine che aveva portato a segno ai danni di attività commerciali nel territorio di Galatina, ha commesso un imperdonabile errore. Ed è stata proprio questa leggerezza ad aprirgli le porte del carcere di Borgo San Nicola. Antonio Massimiliano Paolì, 33enne di Galatina, volto già noto alle forze dell’ordine, infatti, proprio quando si stava dando alla fuga, dopo essersi fatto consegnare l’incasso del supermercato Despar dietro la minaccia di una spranga di ferro (era un sistema già sperimentato e più volte adottato), si è sfilato il passamontagna che gli copriva il viso rendendolo irriconoscibile. Al titolare dell’esercizio sono bastati pochi secondi per fissare quel volto nella memoria. E quando i carabinieri gli hanno fatto visionare alcune foto segnaletiche, questi non ha auto dubbi. Paolì è stato arrestato in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa del Tribunale di Lecce per rapina aggravata a mano armata.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!