Sud Gas. Pellegrino scrive ad Astore

La lettera in seguito al sopralluogo all'impianto

Pubblichiamo il testo integrale della lettera inviata ieri da Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia di Lecce, a Silvio Astore, sindaco di Poggiardo, riguardo al sopralluogo del 14 agosto scorso presso l’impianto Sud Gas

Egregio Sindaco, ho letto sulla stampa i Suoi commenti al mio accesso in Poggiardo presso l’impianto della Sud Gas e nel centro cittadino del Suo Comune. Non è mia intenzione alimentare una sterile polemica, ma sento la necessità di precisarLe che quella mia iniziativa ha fatto seguito a numerosi accessi anteriori dell’assessore Scognamillo, di funzionari del Servizio Ambiente e della Polizia Provinciale, che avevano dato tutti il medesimo tranquillizzante risultato. Pur dinanzi a questa oggettive emergenze, non volendo trascurare o minimizzare gli inconvenienti che per Sua dichiarazione si verificherebbero in momenti diversi da quelli in cui gli accessi sarebbero stati eseguiti, non mi resta che proporLe di fissare, previ accordi con la mia segreteria, un calendario di ulteriori possibili accessi, che mi consentano di constatare unitamente a Lei la sussistenza e l’intensità degli inconvenienti lamentati; ovviamente il numero degli accessi dovrà essere ragionevolmente limitato. Penso che ciò risponda almeno in parte alle rinnovate doglianze di un Suo concittadino dott. Oronzo Borgia, che ha ritenuto di indirizzarmi una lettera aperta; a ciò aggiungendo che, contrariamente a quanto affermato dal dott. Borgia, l’Arpa ha eseguito, come da convenzione con questo Ente, specifico controllo sull’impianto Sud Gas, constatandone il regolare funzionamento e l’assenza di emissioni nocive alla salute dei cittadini. L’assessore Scognamillo provvederà a breve a riconvocare l’istituito Comitato di controllo sull’attività dell’impianto, di cui mi pare che il dott. Borgia ignori l’esistenza, visto che propone l’istituzione di una Commissione di garanzia. Nella speranza che da parte Sua si apprezzi lo spirito collaborativo che anima questa mia, Le invio, egregio Sindaco, i miei migliori saluti. Giovanni Pellegrino

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!