Foglia di tabacco a Vito Primiceri

Terza puntata del premio nazionale

Stasera tocca all'economia. Il terzo premiato della kermesse “Foglia di tabacco” è, infatti, Vito Primiceri, da 14 anni direttore di Bpp

Torna stasera, ad Andrano, il premio nazionale “Foglia di Tabacco”, definito il “piccolo Nobel” del Salento per il valore profondo che ha sempre saputo esprimere. Quello di oggi è il terzo appuntamento con l’evento; il riconoscimento andrà a Vito Primiceri, premiato per la sezione Economia. Uomo di grande rilievo nel panorama dell’economia salentina, Vito Primiceri è da 14 anni direttore generale della Banca Popolare Pugliese, unica banca ad essere riuscita a mantenere sede legale, sede amministrativa, direzione generale e soci salentini. Il suo lavoro all’interno della Bpp, di cui è anche amministratore dall’aprile 2005, ha accompagnato la crescita di quella che è diventata una delle realtà creditizie più significative del Sud Italia e che è nata dalla fusione di Banca Popolare di Lecce e Popolare Sud Puglia, nella quale Primiceri ha rivestito il grado di Direttore Generale dal 1984 al 1994. In rappresentanza dell’Azienda, Vito Primiceri ricopre la carica di Vice Presidente della Commissione Regionale ABI e di componente di organi collegiali di varie società di categoria e società partecipate dalla Banca, la cui vocazione principale rimane tuttavia il territorio pugliese e leccese in particolare, nel quale la Bpp continua a fungere da stimolo economico e da strumento di promozione culturale. L’appuntamento è in piazza Castello di Andrano alle ore 21. Dopo l’incontro con Primiceri, la compagnia teatrale “La Busacca” porterà in scena l’opera “Tutti pazzi per i soldi” di Ray Cooney.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!