Terza età a chi?

Squinzano presenta il progetto Università della Terza Età

Il progetto “Università della Terza Età” ha, inoltre, previsto la realizzazione di un video al fine di riflettere su ciò che la tanto vituperata Terza Età può offrire alla società

Sarà presentato oggi a Squinzano, nell’ambito della rassegna “Le notti di San Giovanni”, il progetto “Università della Terza Età”, che ha avuto inizio nel mese di aprile ed ha visto l’entusiasta partecipazione di quaranta studenti di età compresa tra i 60 e gli 80 anni. Il programma del corso ha previsto lo studio della storia della canzone italiana, dagli inizi del Novecento fino agli anni Sessanta; un progetto sulla memoria e sullo stile di vita di qualche decennio fa nel nostro Paese; un viaggio nel sentiero dei pensieri e delle letture emozionali a tema, supportato da un breve corso di musicoterapica, con l’insegnamento delle tecniche di base per il rilassamento; infine, la dottoressa Occhineri Elisa ha dispensato ai partecipanti brevi nozioni di nutrizionismo. Il progetto “Università della Terza Età” ha, inoltre, previsto la realizzazione di un video, “Il Giovanotto Matto”, con l’intento di imprimere le emozioni degli allievi della neonata università, in modo da riflettere su quante risorse e quante sorprese riservi la terza età, troppe volte vituperata. Il video si inserisce all’interno di un progetto più ampio, sviluppato da Salvatore Inceri attraverso il sito internet www.squinzanoinrete.it, database on line che raccoglie le tradizioni, il folclore e la cultura del comune salentino.

Leave a Comment