Se ti esce l’occhio per il Salento

Istruzioni per una conversazione verace

Come non smarrirsi nei misteriosi meandri della lingua salentina. Ovvero, inedito manuale di sopravvivenza per decriptare le conversazioni in cui si può incappare, sotto l’ombrellone, dal droghiere, in discoteca

a cura di Angela Leuzzi* Non ci si sente completamente a proprio agio in un posto, non lo si vive al 100 per cento se non si conosce, ma a fondo, l’idioma locale. E la lingua salentina dà bel da fare al “forestiero” (ovvero chi proviene da oltre il confine del Salento) che approda in terra d’Otranto senza un minimo di preparazione. Pensando a tutti coloro che vivono momenti di panico quando, sdraiati comodamente in spiaggia, si sentono rivolgere domande del tipo “Non ti cali?”, abbiamo realizzato un manuale di sopravvivenza per “forestieri” in Salento. Per fare ciò, abbiamo chiesto aiuto ad Angela Leuzzi, specializzanda in “Linguistica italiana” presso la facoltà di Lingue e letterature straniere dell’Università del Salento, che da mesi studia i pittoreschi comportamenti e le singolari forme di comunicazione dei salentini di ogni età e ed estrazione sociale. Nel nostro manuale sono riportate quattro situazioni-tipo nelle quali il turista può facilmente incappare. I dialoghi sono inventati, ma sono assolutamente verosimili. I riferimenti a cose ed abitudini non sono puramente casuali. * specializzanda in Linguistica italiana (Per saperne di più leggi, in edicola, il Tacco di agosto)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!