Sistema moda. Stavolta è il Salento che va in America

La delegazione è capeggiata da Remigio Venuti, sindaco di Casarano, Comune capofila

La missione dei buyers americani nel Salento starebbe dando i suoi frutti. Intanto proprio oggi inizia un'altra missione: è stato il basso Salento a spostarsi alla volta degli Usa. Scambio di cortesie? Non proprio. Importanti relazioni commerciali

La missione degli operatori economici statunitensi nelle aziende salentine, avvenuta nei primi giorni di luglio, si sarebbe conclusa con un clamoroso successo. E’ quanto sostiene una nota stampa dell’Ufficio Pit9 secondo il quale la missione si è risolta “con una pioggia di ordini da parte dei buyers americani, rimasti letteralmente affascinati dalla qualità del prodotto incontrato in molte delle aziende salentine visitate, e convinti della possibilità di un successo del prodotto salentino sul mercato americano, competitivo per qualità e costi”. Da ieri, intanto, una delegazione del “Programma internazionalizzazione” del Pit9 si trova a New York per restituire la visita degli statunitensi. Saranno impegnati in un vero tour de force gli amministratori locali e gli operatori economici salentini che compongono la delegazione. La settimana, infatti, si annuncia densa di appuntamenti e si aprirà questa mattina (quando in Italia sarà pomeriggio) con il seminario di presentazione sul mercato americano presso l’Italian Trade Commission. La delegazione istituzionale salentina, condotta da Remigio Venuti, sindaco di Casarano, incontrerà Antonio Musella, direttore dell’Italian Trade Commission, accompagnato da Giovanni Mafodda, vicedirettore, responsabile dei settori agro-alimentare, vini e moda, e da Simonluca Dettori, coordinatore del settore moda. Alla fine del seminario, conferenza stampa di presentazione del Salento e della missione (moderata da Domenico Dellicarpini, caporedattore di “America Oggi”,) e inaugurazione dello “Spazio Salento” – nel cuore di Manhattan e avrà il suo quartier generale al “Metropolitan papillon”, sede prestigiosa dove si svolgono molti degli eventi di richiamo – dove stampa specializzata e operatori economici potranno incontrare le imprese salentine e assistere alla sfilata di moda che concluderà la giornata. Le aziende che parteciperanno sono: “Ottavio Nuccio”, “Tielle sport”, “Angelo Trading”, “Salvatore Rotundo”, “G&B” per l’abbigliamento; “Roky&Katia”, “Ettore Negro”, “Adrian Calze” per gli accessori moda; “Sucrette” e “Giò Beach Wear” per moda mare; infine, i gioielli di “Futuro Remoto”. Saranno due le direttrici principali lungo cui si muoverà la missione del Pit9: una di tipo istituzionale e una di sostegno alla internazionalizzazione delle imprese sul mercato americano. Nelle giornate newyorkesi si alterneranno, infatti, appuntamenti istituzionali e visite aziendali. I primi saranno gli incontri con Ice, Camera di Commercio, Columbus Foundation, Istituto Italiano di Cultura, Associazione dei Pugliesi a New York, Ciim (imprenditoria italiana nel mondo), Enit; i secondi i tour mirati presso i department stores della grande distribuzione nel settore moda, tra cui “Bloomingdales”, “Saks Fifthy Avenue”, “Tobe Report” e “Doneger Group”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!