Ruba accanto alla casa di un carabiniere. Preso

Il ladro era già noto alle forze dell'ordine

Tentava di rubare materiale in rame da un'abitazione. Ma un carabiniere, che abita lì vicino, ha dato l'allarme al 112

Stava scavalcando il muro di cinta di un’abitazione di Specchia con l’intento di portar via materiale in rame da rivendere, probabilmente, a peso. E il suo colpo sarebbe andato a segno se il vicino del padrone di casa, un carabiniere del Nucleo Radiomobile della compagnia di Tricase, in quel momento non in servizio, non si fosse accorto di quegli strani movimenti. Il militare ha intimato al ladro di fermarsi, ma quegli ha continuato nella sua impresa. E così è bastata una telefonata al 112 per bloccarlo. Poco distante dal luogo dove il malvivente, Vittorio Carangelo, manovale 44enne di Taurisano, è stato preso, è stato rinvenuto un motociclo Ape 50 già carico di altro materiale sospetto. La refurtiva è stata restituita al proprietario. Carangelo, soggetto già noto alle forze dell’ordine, è stato condotto presso il carcere di Borgo San Nicola.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!