Urna sfortunata per la Italgest handball

Ieri i sorteggi a Vienna

Se vorrà accedere alla fase a gironi della massima competizione europea per club, la Italgest Salento d’amare dovrà battere la Stella Rossa di Belgrado. L'impresa non sarà facile

Non è stata un’urna amica della Italgest Salento d’amare quella di Vienna, dove ieri mattina, alla presenza di Michael Wiederer, segretario generale dell’EHF, si sono tenuti i sorteggi per gli incontri validi per l’unico turno preliminare di Champions League. Per accedere alla fase a gironi della massima competizione europea per club, la Italgest Salento d’amare, inserita nella quarta urna insieme ad altri quindici team, affronterà la forte squadra serba della Stella Rossa di Belgrado. Il primo match si disputerà in Serbia il 6 o il 7 settembre, mentre il Pala Italgest ospiterà il decisivo match di ritorno sette giorni più tardi. I rosso–azzurri hanno la possibilità di entrare per la prima volta nella loro giovane storia nella fase finale di Champions League e allo stesso tempo di riportarci la pallamano italiana dopo un lungo digiuno che dura dalla stagione 2003/04 quando a qualificarsi fu il Conversano. La “Crvena Zvezda”, però, è la squadra che alla vigilia nessuna team sperava di trovare sul proprio cammino, dato che da molti anni abita nelle zone importanti dell’handball europeo e nel proprio organico conta anche giocatori di notevole spessore tecnico. I migliori risultati in campo continentale dei serbi sono la semifinale in Cup Winners Cup nel 1995, i sedicesimi di finale di Champions League nel 1998/1999 e il raggiungimento della fase a gironi della massima competizione europea per club per ben quattro volte, nelle stagioni 1996/97, 1997/98, 2004/05 e 2006/07. Nella passata stagione, invece, ha centrato il terzo turno di EHF Cup dopo aver ceduto ai bielorussi del Brest nel turno preliminare di Champions. La qualificazione tanto ambita diventa dunque complicata per la Italgest, che però avrà il vantaggio di giocarsi tutto nel match di ritorno in casa. Il sorteggio sarà poi completato venerdì alle 18:30 quando a Goteborg, durante il gala organizzato dall’EHF, la vincente del preliminare tra Italgest Salento d’amare e Stella Rossa di Belgrado conoscerà il girone in cui potrà figurare e le avversarie da fronteggiare nel Main Round.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!