Il territorio salentino in mostra a Torino

Il convegno “Comunicare l'architettura”

Sarà illustrato al Lingotto di Torino, attraverso pannelli descrittivi ed in forma multimediale, il Piano territoriale di coordinamento provinciale della Provincia di Lecce. L'occasione è di quelle da non perdere: il Congresso mondiale degli architetti

Il Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp) della Provincia di Lecce va in mostra al Lingotto di Torino. La Provincia di Lecce lo presenterà oggi nel padiglione Oval, in occasione della XXIII edizione del Congresso mondiale degli architetti, esponendolo attraverso pannelli descrittivi ed in forma multimediale. Saranno presenti Giovanni Refolo, dirigente del Settore Territorio e ambiente e Massimo Evangelista, dirigente del Servizio Gestione territoriale. “E’ una occasione straordinaria per promuovere il Piano provinciale ed il territorio della Provincia di Lecce in un contesto di interesse mondiale, al quale sono presenti moltissimi professionisti provenienti da tutto il mondo”, ha dichiarato Maria Rosaria Manieri, assessora provinciale alla Gestione del territorio. La manifestazione torinese, nata nel 1948 e promossa dall'Unione internazionale degli architetti, rappresenta il punto d'incontro e di dibattito sul futuro dell'architettura nel mondo del XXI secolo, in una società sempre più complessa e globalizzata. Il tema del congresso è “Comunicare l'architettura”, ovvero la capacità e la forza che ha l’architettura di esprimere e trasmettere nel tempo valori, emozioni e culture diverse. Un titolo che racchiude due significati: l’architettura comunica la sua azione, progettuale e sociale, ma contemporaneamente raccoglie le energie positive e i fenomeni emergenti espressi dalla società.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!