Il calendario Autovelox di giugno

Tutti i luoghi e gli orari in cui saranno collocati i rilevatori di infrazione

Ogni giorno un'insidia per gli automobilisti indisciplinati. Ecco il quadro completo località per località, fascia oraria per fascia oraria.

Premesso che violare i limiti di velocità è un'infrazione al codice della strada e come tale è ovviamente sanzionabile. Resta da capire che senso ha prendere una multa di decine e decine di euro, per aver superato il limite alle ore 15.30 del 7 giugno, sulla S.P. 362 di Galatina tra il Km 9 e il 10, in un tratto relativamente sicuro di strada verosimilmente deserta per il caldo infernale. Ci diranno che gli elenchi sono pubblici e quindi l'intento dei vigili è solo di prevenzione e dissuasione di comportamenti pericolosi. Ma molti di voi saranno sicuramente incappati in brusche frenate per evitare all'ultimo secondo la “fotografia”. Situazioni molto più pericolose dello sforamento del limite (spesso di 90 km orari in zone in cui, a quell'andatura ci vanno solo le vecchiette su auto degli anni '60). Attenzione poi alla dizione “dal limite dell'abitato di…” che spesso può nascondere un limite di velocità di 50 km orari. Troppo facile e demagogico “sparare” sugli autovelox? E' vero. Allora spingiamo oltre e chiediamoci che senso abbia mettere in commercio auto che hanno mediamente velocità massime di 180 km/h se poi si fissano limiti incredibilmente più bassi e spesso ridicoli.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!