Il teatro? Meglio in jeans

Grande successo della rassegna teatrale per ragazzi

Continuano, a, Lecce, gli appuntamenti con “Teatro in jeans”, la rassegna di teatro delle scuole diretta da Carla Guido. Dopo i primi due appuntamenti, che hanno fatto rehgistrare grande entusiasmo tra lgi attori ed il pubblico, il sipario si aprirà nuovamente mercoledì 4 giugno

“Come previsto, questa rassegna di teatro delle scuole sta registrando un successo di pubblico che premia la nostra intuizione di venire incontro a quei brillanti operatori del mondo scolastico e agli studenti che intendono affiancare il teatro alle tradizionali attività didattiche”. Così Carla Guido, direttore artistico della rassegna Teatro in jeans, che si sta svolgendo presso il Comune di Lecce, commenta l’ottimo successo di pubblico che gli appuntamenti in calendario stanno facendo registrare. “Noi abbiamo voluto dare un segno di attenzione alle scuole e alla loro attività – continua – ed i risultati ci stanno ripagando. Naturalmente ciò è anche motivo per definire l’anno prossimo un calendario più ampio ed un coinvolgimento più capillare degli istituti scolastici cittadini”. Dopo l’appuntamento d’esordio dello scorso sabato con “Le avventure di Pinocchio” a cura del I Circolo “Battisti” e quello che si è svolto ieri con “Tutti giù dal palco” a cura del II Circolo “San Domenico Savio”, l’ex Convento dei Teatini ospiterà mercoledì 4 giugno (ore 20:30) “Laboratorio Teatrale” a cura della scuola media statale “Quinto Ennio”. La rassegna tornerà al Teatro Paisiello con “Le avventure di Pierino Pierone” (a cura della scuola dell’infanzia Roma 2), appuntamento conclusivo della rassegna, in programma lunedì 9 giugno (ore 18:00).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!