Lecceprosa. Dapporto chiude al Paisiello

Si conclude la manifestazione teatrale

Ottavo e ultimo appuntamento in cartellone con la rassegna diretta da Carla Guido. Sul palco Dapporto con il classico goldoniano I due gemelli veneziani

Ritorna oggi (ed in replica domani 16 aprile fuori abbonamento), Lecceprosa, la stagione teatrale 2007/2008 del Comune di Lecce (in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese) diretta da Carla Guido e ospitata al Teatro Paisiello. L’ottavo ed ultimo appuntamento con la rassegna è con Massimo Dapporto e con I due gemelli veneziani di Carlo Goldoni (portato in scena da Noctivagus – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia). La regia è di Antonio Calenda. Questo di Goldoni è un capolavoro della scrittura comica, l’eccezionale virtuosismo sul classico tema dello sdoppiamento, l’incanto del gioco teatrale dei simili e degli opposti. Un ruolo perfetto per Massimo Dapporto, uno degli attori più versatili e completi che oggi può vantare la scena italiana. Maturo nell’espressività, capace di coniugare in ogni ruolo seria analisi del personaggio e, palpitanti, personali slanci interpretativi, è pronto a dar vita al paradosso di Zanetto e Tonino. L’ingresso a partire dalle ore 20:30, il sipario alle ore 21:00. I prezzi dei biglietti sono € 20 per la platea, € 15 per i palchi (ridotto € 10), € 7.50 per il loggione. Prevendita € 1 per platea, palchi e ridotto palchi, € 0.50 per il loggione. La tessera di abbonamento non è personale e dovrà essere esibita quale titolo d’ingresso al personale di sala. La prevendita dei biglietti è presso il Castello Carlo V (via XXV Luglio – tel 0832 246517). Il botteghino del Teatro Paisiello (via Palmieri) sarà aperto prima dell’inizio dello spettacolo. Le riduzioni per i biglietti saranno concesse esclusivamente per i palchi ai ragazzi fino a 18 anni, agli studenti universitari ed alle persone di oltre 65 anni. I documenti attestanti il diritto alla riduzione dovranno essere esibiti all’atto della prenotazione e, a richiesta, al personale di sala. Info tel. 0832 246517 e 253791. Numero verde 800 215259. Oppure Teatro Pubblico Pugliese – via Imbriani n. 67, Bari – tel. 080 5580195 – sito internet: www.teatropubblicopugliese.it – email: [email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!