Quando la matematica non è un’opinione

Il segreto è ragionare attraverso forme più stimolanti rispetto a quanto avviene nella pratica didattica

Quattro ragazzi dell’Istituto Comprensivo Polo 3 di Casarano prenderanno parte alle finali dei giochi matematici che si svolgeranno il 17 maggio all’Università Bocconi. Il favorito è Andrea Rausa che ha risolto gli otto quesiti in appena 30 secondi

Quattro ragazzi dell’Istituto Comprensivo Polo 3 di Casarano prenderanno parte alle fasi nazionali dei “Giochi Matematici” organizzati dall’Università Bocconi. Si tratta di Andrea Rausa, Vittoria Vantaggiato e Diletta Fabbiano per la categoria C1 (comprendente le prime due classi della secondaria di primo grado) e Salvatore Buellis, per la categoria C2, che hanno tutti brillantemente superato le fasi provinciali del concorso svoltosi ad Alessano. Il giovane Andrea Rausa, della classe II sezione A della scuola media di piazza San Domenico, si è addirittura aggiudicato la graduatoria tra tutti i 664 partecipanti ponendo una seria candidatura alla vittoria delle successive fasi del concorso organizzato dalla nota e prestigiosa Università milanese. Bene anche gli altri compagni di categoria piazzati rispettivamente, al ventunesimo ed al trentatreesimo posto. “Questo traguardo giunge dopo un’intensa attività preparatoria, resa possibile dai finanziamenti del Fondo Sociale Europeo finalizzati a favorire lo sviluppo delle eccellenze in matematica” afferma la dirigente scolastica Concetta Amanti. Tre i moduli sviluppati dalle docenti Daniela Liquori, Maria Nassisi e Anna Passaseo, che hanno permesso ai ragazzi di scoprire la “matematica ricreativa” che avvicina gli studenti al ragionamento attraverso forme più stimolanti rispetto a quanto avviene nella normale pratica didattica. Per tutti l’appuntamento è per il prossimo 17 maggio a Milano dove si scontreranno con i campioni matematici provenienti da tutta Italia. Per loro nuovi “giochi” da superare mettendo alla prova le proprie capacità logiche e di intuizione. Fondamentale, a parità di esercizi correttamente risolti, è il tempo impiegato: nelle qualifiche di Alessano Andrea Rausa ha risolto gli otto quesiti previsti nel tempo record di 30 minuti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!