Tariffe di barbieri

Il prezzo di uno shampoo

Quanto costa oggi la cura di se stessi, la bellezza e soprattutto un semplice taglio di capelli?

Sin dai lontanissimi tempi dei calzoni corti, ho sempre avuto un occhio di spontanea simpatia per la figura del barbiere, per la sua minuscola e linda bottega luogo d’incontro a rotazione dell’intera comunità paesana, per il calendarietto con foto di bellissime donne e intriso d’essenza profumata che si riceveva in regalo ad ogni fine anno. Oggi, però, l’antico mito è improvvisamente crollato. Da un amico e già collega di lavoro residente a Milano, ho appreso che lì, per il taglio dei capelli, abbinato ad un semplice shampoo, si spendono niente poco di meno che 50 euro. Al punto che il poveretto si è determinato a ricorrere alle prestazioni del figaro, non più con frequenza mensile, bensì una volta ogni due mesi. Con estrema facilità ma, a mio avviso, superficialmente, si potrebbe chiosare con la classica obiezione riduttiva “cosa vuoi che sia!”. Invece, si tratta di una tristezza, l’ennesima fra le tante della quotidianità. Va bene che i barbieri milanesi hanno il sacrosanto diritto di vivere dignitosamente, pur tuttavia 50 euro per capelli e shampoo sembrano un’esagerazione. Il Signor prezzi è sempre in carica? Percepisce una retribuzione? Rocco Boccadamo

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!