Una cronaca di poveri amanti

Atti osceni in luogo pubblico

Ogni tanto le notizie di cronaca non sono così terribili ma fanno comunque discutere

Notizia di sabato 8 marzo ore 18.22: nei paraggi di Frosinone, una splendida rumena di 19 anni ed un 38enne italiano si scatenano, in pieno giorno, a far l’amore all’interno dell’auto. In molti, trovandosi a passare da quella strada, li notano e li osservano, qualcuno si determina ad avvertire i carabinieri, questi ultimi accorrono in forze e, attivando la sirena, costringono la coppia a divincolarsi. Triste ma obbligato corollario finale, una denuncia a piede libero per atti osceni. Non c’è che dire, la diffusa mancanza o indisponibilità di case è, senza dubbio, un ostacolo per tanti giovani che vorrebbero metter su famiglia, ma, come nella fattispecie, può arrivare anche a rendere pericoloso il comportamento di due partner – poco importa se consolidati od occasionali i quali non sanno resistere ad un raptus d’amore. Ad ogni modo, si è trattato, per fortuna, di un fatto di cronaca, in fondo, di poco conto, leggero, sicuramente non brutto, contrariamente agli innumerevoli che, purtroppo, si susseguono implacabili. E poi, ha rappresentato un attimo di respiro rispetto all’autentica ossessione sparsa in giro da liste elettorali in chiusura, candidati eccellenti che si ritirano, simboli contestati e altre robe del genere. Rocco Boccadamo

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!