Centri di salute mentale. Rinnovata la convenzione

Mantenuti 30 posti di lavoro

E' stata rinnovata la convenzione per gli operatori dei centri diurni di salute mentale della provincia di Lecce grazie alla quale sono stati salvati una trentina di posti di lavoro

Gli operatori dei centri diurni di salute mentale della Provincia di Lecce, i quali da molti anni svolgono un ottimo lavoro di integrazione e di sostegno allo sviluppo delle persone affidate ai centri di salute, dal 1 gennaio non avevano avuta rinnovata dalle ASL la convenzione di lavoro, in quanto ciò era impedito dalla Legge finanziaria nazionale. Dal 1 gennaio gli operatori non avevano interrotto la loro attività e continuavano a svolgerla a titolo di volontariato senza alcuna retribuzione. Grazie alla loro mobilitazione e all’interessamento del Commissario dell’ASL Rollo e dell’Assessore Tedesco, ora la situazione si è sbloccata: è stata rinnovata a termine la convenzione, la quale sarà ulteriormente prorogata e nel frattempo si studierà un percorso per la stabilizzazione di questi operatori. Questo è importante per la conservazione del posto di una trentina di persone, ma ancor più importante perché viene riconosciuta la necessità che gli utenti dei centri di salute mentale, accanto alle figure sanitarie possano fruire anche di figure che si occupano di rieducazione, ricreazione e reinserimento.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!