L’ex Galateo ai cittadini

Perrone replica a Messuti

“L’amministrazione comunale ha già attivato il percorso per attrezzare nell’area un parco verde”. Paolo Perrone, primo cittadino di Lecce, si dichiara favorevole a qualsiasi utilizzo del vecchio ospedale nell’interesse della cittadinanza

“Sul futuro dell’ex Galateo a me preme innanzitutto chiarire e spiegare ai cittadini che l’amministrazione comunale è favorevolissima ad una utilizzazione dell’edificio quanto più vicina alle esigenze collettive, che sia sede di uffici della Provincia o della Questura. Quindi risulta superfluo l’invito del consigliere Messuti ad utilizzare la struttura nel modo più efficace rispetto agli interessi della comunità amministrata.”. Questa la puntualizzazione del sindaco Paolo Perrone, in seguito all’intervento del consigliere comunale Gaetano Messuti che ha proposto l’utilizzazione dell’edificio dell’ex ospedale Galateo quale sede degli uffici della Polizia di Stato e ha sollecitato un’azione istituzionale in tal senso. “Il nostro interesse primario – spiega il primo cittadino – è farci dare la disponibilità dell’area e attrezzarla come parco verde, mettendolo a disposizione della città. Peraltro, questa è una precisa indicazione del nostro programma elettorale. Per ipotesi, a me non dispiacerebbe affatto immaginare come fa Messuti un’area verde aperta alla città attorno all’edificio ristrutturato per ospitare la Questura. Abbiamo inserito il progetto di riutilizzazione dell’area dell’ex Galateo quale parco urbano nel Piano delle Opere Pubbliche 2008, per il quale dunque esiste già la disponibilità economica. Il 19 febbraio scorso, inoltre, ho chiesto formalmente alla Asl di attivare le procedure per farci mettere a disposizione l’area. Noi ci stiamo muovendo concretamente in questa direzione, la Provincia ha fatto altrettanto, secondo le proprie prospettive, effettuando un sopralluogo ed iscrivendo la questione nell’ordine del giorno dei lavori della Commissione competente. Dal momento che ci si muove per fatti e gesti concreti, non per dichiarazioni di principio. Il consigliere Messuti – continua – dovrebbe sapere che esistono iniziative più utili di rumorose ed inefficaci lettere mandate alla stampa. Soprattutto è più utile parlare dopo aver verificato atti e procedure, disponibilità finanziarie e norme vigenti. Il suo intervento lascia intendere, ad esempio, che non sappia che la Regione ha inserito la struttura tra i beni da dismettere (e non da cedere in locazione) e che quindi per qualsiasi ipotesi di utilizzo occorre quanto meno porsi il problema dell’acquisizione. Se il Ministero dell’Interno o il Demanio si sono mossi in tal senso, ben venga tutto il resto, ma non mi pare che Messuti – conclude il sindaco – metta in preventivo tali necessari passaggi prima di pubblicizzare i suoi eclatanti inviti”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!