Perrone. Le chiavi di Lecce al Papa

Il sindaco accetta la proposta de La Città

Paolo Perrone sindaco di Lecce plaude all’iniziativa del gruppo consiliare de “La Città” che ha chiesto al primo cittadino di attivare le procedure necessarie per la consegna delle chiavi di Lecce a Bendetto XVI

“Apprezzo l’invito del gruppo consiliare de La Città e sono disponibile ad attivarmi per rendere concreta questa ipotesi di consegna della chiavi di Lecce al Santo Padre”. “Ho già sollecitato i nostri uffici – fa sapere Paolo Perrone – a verificare presso il Vaticano la fattibilità della proposta dei consiglieri Congedo, Coclite e Signore. Naturalmente la prossima visita di Benedetto XVI nel Salento è la migliore occasione per tributare il nostro affetto al Papa. I fatti de La Sapienza ci hanno molto rammaricato, perché rappresentano una dimostrazione di esasperato laicismo che non possiamo condividere. Anzi, prima ancora di parlare di laicismo, di fede e di grandi filosofie, è sufficiente soffermarsi sul concetto semplicissimo della tolleranza e del rispetto delle persone. I contestatori dell’ateneo potevano criticare il Pontefice dopo averlo sentito, non prima e aprioristicamente. Lecce, nel suo piccolo, può contribuire a riscattare la offuscata immagine degli italiani dopo questa brutta vicenda, consegnando alla massima autorità morale e spirituale dei cattolici – conclude – il simbolo della comunità e della Istituzione cittadina”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!