Visita del Papa a Leuca

Incontro tecnico-istituzionale presso il Santuario

A Santa Maria di Leuca lo scorso sabato erano presenti tutte le autorità all’incontro tecnico-istituzionale convocato dal vescovo di Ugento – Santa Maria di Leuca, che si è tenuto a Leuca, presso il Santuario della Madonna De Finibus Terrae

Erano presenti all'incontro, per la Regione Puglia il vicepresidente Sandro Frisullo, per la Provincia di Lecce il presidente Giovanni Pellegrino, i sindaci di Castrignano del Capo Antonio Ferraro e di Gagliano del Capo Antonio Buccarello; il prefetto Gianfranco Casilli, il Questore Antonio Manganelli, il comandante provinciale dei carabineri col. Filippo Calisti e quello della Guardia di Finanza, e altre autorità e collaboratori delle istituzioni. Innanzitutto il vescovo Vito De Grisantis ha presentato il programma concordato con la Santa sede, che prevede l’arrivo del papa in elicottero a Leuca alle 16.00 circa, probabilmente sulla Punta Ristola, dove lo accoglieranno le autorità. Poi uno spostamento verso il santuario passando per il lungomare di Leuca tra due ali di folla, infine l’arrivo sul piazzale del Santuario, dove sarà celebrata la Santa Messa , alle ore 17.00. La partenza per Brindisi è prevista per le ore 19.00. Durante l’incontro sono stati messi in evidenza i non pochi problemi tecnici e logistici, provocati dall’assenza di spazi ampi per parcheggi e dal fatto che il territorio di Leuca si chiude a imbuto, senza vie di fuga; ma le soluzioni saranno trovate, soprattutto attraverso il decentramento (creando spazi collegati con schermi giganti), fermando il traffico nei paesi vicini e collegando i parcheggi con servizio navette, potenziando il traffico ferroviario. Il vicepresidente della Regione Puglia Frisullo ha confermato che la Regione darà tutto l’apporto di risorse economiche necessarie. Intanto dall’incontro di Leuca è stata presa la decisione di nominare coordinatore di questo gruppo permanente interistituzionale il presidente della Provincia Giovanni Pellegrino. Dopo la riunione le autorità si sono spostate sulla Punta Ristola, dove è previsto l’atterraggio dell’elicottero del papa, per un primo sopralluogo. Nei prossimi giorni la Prefettura Vaticana incontrerà il Gruppo interistituzionale per concordare in ogni dettaglio gli aspetti tecnici e logistici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!