Scuola Edile. Un pomeriggio di risultati

Tempo di resoconti

Dal 1986 al 2007, la Scuola Edile di Lecce ha offerto 69.515 ore di formazione a 4.909 allievi, divise in 302 corsi svolti. A confronto, oggi, diversi soggetti territoriali e nazionali. L’appuntamento è alle ore 16 presso la sede della Scuola

Presso la sede della Scuola Edile della Provincia di Lecce, si incontreranno oggi, parti sociali, enti ed associazioni, istituzioni locali, autorità, operatori della formazione, amministratori, imprenditori, tecnici di settore, liberi professionisti operanti nel campo dell’edilizia e corsisti dell’ente formativo, per prendere visione dell’attività formativa della Scuola Edile. Un pomeriggio per evidenziare “I risultati raggiunti e le nuove progettualità in ambito POR Puglia 2000 – 2006”. Il workshop, introdotto dai saluti di Salvatore Zermo, vicepresidente della Scuola Edile della Provincia di Lecce, si aprirà con l’intervento di Nicola Delle Donne, presidente della Scuola che, oltre a fare gli onori di casa, esporrà l’attività della scuola e gli interventi progettuali che, nel corso degli anni, si sono svolti con proficui risultati. Obiettivi raggiunti grazie anche a convenzioni e protocolli d’intesa tra la Scuola Edile e le pubbliche amministrazioni territoriali e trasnazionali. Nella seconda parte del workshop Sergio Tolomeo, direttore della Scuola, fornirà un quadro completo delle attività e delle iniziative formative svolte dalla scuola, con particolare riferimento ai corsi realizzati nell’ultimo anno: Assistente tecnico di cantiere; Tecnico dell’ambiente; Operaio edile polivalente – apprendistato professionalizzante. In svolgimento: Formazione continua delle PMI salentine; Fabbisogni formativi ed Evoluzione dei profili professionali in Edilizia della Provincia di Lecce. A seguire le testimonianze dei corsisti della Scuola Edile; gli interventi di Emilio Di Conza, segretario generale Filca-Cisl Puglia e Massimo Calzoni, presidente Formedil nazionale che esporranno le loro esperienze in materia di istruzioni formative. Concluderà il workshop Marco Barbieri, assessore regionale al Lavoro, Cooperazione e Formazione Professionale. A fine lavori, esposti nel foyer della sala conferenze, si potranno ammirare gli interessanti manufatti prodotti dagli allievi della scuola durante la loro attività formativa e saranno consegnati gli attestati di frequenza dell’ultimo anno di formazione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!