La banda dell'estintore. Nuova visita al Banzi

Leizoni sospese per il piano interessato dagli atti vandalici

Una nuova “visita” della banda degli estintori al liceo scientifico “Banzi” di Lecce. E intanto i dirigenti d'istituto chiedono alla Provincia sistemi di videosorveglianza

Torna a colpire la banda dell’estintore. Sua tecnica preferita: rompere i vetri degli istituti scolastici, introdursi all’interno delle scuole e riempire tutto di schiuma antincendio. La cosa va avanti da un paio di notti: prima il liceo economico informatico “Olivetti” di via Marugi, poi lo scientifico “Banzi” di piazza Palio, infine il professionale “Marconi” di via Birago. E ieri, nuovamente il “Banzi”. “Si comunica che domani, 31 ottobre (oggi, ndr) – si legge in un cartello esposto all’esterno della scuola – le lezioni riprenderanno regolarmente al plesso laterale e sede staccata “Galilei”, mentre per le classi ubicate presso la sede centrale saranno sospese e riprenderanno il 2 novembre”. I dirigenti della scuola ribadiscono alla Provincia di Lecce la necessità di usufruire dei sistemi di video sorveglianza o di qualunque sistema che possa fungere da deterrente nei confronti degli atti vandalici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!