Monitor sul turismo nel Salento

Prospettive per il ponte di Ognissanti

Il progetto sperimentale “Monitor Trend previsionale del movimento turistico nel Salento”, messo a punto dall’Apt di Lecce, ha rilevato come il turismo nel Salento in prossimità del “ponte” di Ognissanti registra una sostanziale stabilità nelle prenotazioni rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso. In alcune strutture l’incremento è del 2,50%

I titolari delle 118 strutture dosate dal panel campione localizzate in quattro aree del Salento: Lecce e hinterland; Porto Cesareo-Gallipoli-Ugento-Nardò; Salve-Leuca-Tricase-Santa Cesarea Terme; Otranto-Melendugno-Maglie-Grecìa Salentina e delle 29 Agenzie viaggio hanno evidenziato che la domanda di una breve vacanza salentina in autunno alla scoperta delle bellezze architettoniche delle città d’arte, dei borghi rurali e di cure salutari, è stata consistente ed interessante. Gli operatori turistici di queste località infatti sono fiduciosi che i turisti arriveranno all’ultimo minuto, anche senza aver prenotato. L'appeal dell’offerta d’autunno premia il Salento. Il monitoraggio delle prenotazioni conferma Lecce, tra le città d’arte, più ambite; Santa Cesarea Terme, tra le località del benessere, più attrezzate, e Specchia, tra le località d’eccellenza per il turismo rurale, più premiate. “Monitor” registra che il rapporto tra turisti italiani e stranieri è di 9 ad 1 come nel 2006. Gli italiani arrivano dalle altre province pugliesi, dalla Campania e dal Lazio. Gli stranieri da Germania e Gran Bretagna. L’accordo sottoscritto tra l’Apt e la Curia Arcivescovile, nell’ambito del progetto “Città Aperte 2007”, consentirà a quanti saranno nel Salento per Ognissanti di fruire delle aperture prolungate delle chiese del centro storico di Lecce: Cattedrale e San Giovanni Battista, Buon Consiglio e Santa Chiara (h.8,00-12,00/15,30-19,30); Santa Croce e San Matteo (h.8,00-13,00/15,30-20,00). Il programma di “Città Aperte” per Ognissanti prevede: “Passeggiate per città”, gratuite con guida, a Lecce (1 novembre), a Otranto (3 novembre) e Gallipoli (4 novembre); “Parchi aperti”, visita gratuita con guida, a “Punta Pizzo” (1 novembre) e al “Bosco d’Arneo” (4 novembre); “Per le vie del Salento” in bus, con guide specializzate e degustazione di prodotti tipici nelle aziende del Sistema Agroalimentare Salentino è in programma l’escursione su “La via del Sole” organizzata in collaborazione con le Agenzie di viaggio e le associazioni di categoria. Le “Passeggiate per città” in programma sono: giovedì 1 novembre a Lecce con partenza da Piazza Sant’Oronzo alle 16 e rientro alle 18 (Info: Iat 0832. 248092); sabato 3 novembre a Otranto con partenza da Porta Alfonsina alle 16 e rientro alle 18 (Info: Iat 0836.801436) e domenica 4 novembre a Gallipoli con partenza dalla Fontana monumentale alle 16 e rientro alle 18 (Info: Associazione “Gallipoli Nostra” 349.5743456). Per “Parchi Aperti” è in programma l’escursione di 8 chilometri tra le presenze botaniche di pregio di “Punta Pizzo”, giovedì 1 novembre, con partenza dalla litoranea Gallipoli-Leuca/Intersezione Canali Samari, alle 9 e rientro alle 13, e quella di 6 chilometri al “Bosco D’Arneo”, domenica 4 novembre, con partenza S.P. 340/Intersezione Canale Arneo, alle 9 e rientro alle 12, lungo i percorsi della macchia mediterranea (Info: Legambiente 347.9022874). Le partenze sull’itinerario “La via del Sole”, sabato 3 novembre, sono previste da Otranto (Parcheggio del Porto alle 8,30) per la visita a Carpignano Salentino (Cripta delle SS. Cristina e Marina), Lecce (Piazza Sant’Oronzo, Duomo, Santa Croce) e da Gallipoli (Piazzale Stazione alle 8,30) per la visita a Galatina (Basilica di Santa Caterina d’Alessandria), Lecce (Centro storico). Rientro a Otranto e Gallipoli alle 14,30. (Info: 0832.345796).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!