“Noi siamo con Letta”

Il manifesto della Margherita pugliese

I democratici di Puglia si schierano a sostegno della candidatura di Enrico Letta a segretario nazionale del Partito democratico. Lo comunica la Margherita regionale in un manifesto

di Dario Stefàno e Peppino Pirro* Così come anticipato nella conferenza stampa di qualche giorno fa tenuta insieme al ministro Paolo De Castro, abbiamo ultimato la stesura del manifesto a sostegno della candidatura di Enrico Letta a segretario nazionale del Partito democratico. “Con un’idea e un voto. Noi, democratici di Puglia, a sostegno della candidatura di Enrico Letta” è il titolo scelto per il documento che fissa i principali punti di natura politica e programmatica su cui siamo convinti di registrare l’adesione di tutti coloro che guardano al processo del nascente Pd non come ad una partita a scacchi ma come una sfida straordinaria e necessaria per la modernizzazione della nostra regione e del Paese. Siamo fiduciosi che intorno al manifesto si potrà registrare un’ampia e convinta condivisione di esponenti provenienti dal mondo politico, culturale, economico, della formazione e più in generale espressione di tutti gli spaccati della società pugliese. Alleghiamo il documento integrale che presentiamo insieme a numerosi amici: il ministro Paolo De Castro, i senatori Lorenzo Ria e Giannicola Sinisi, il professore Francesco Boccia, i consiglieri regionali Pina Marmo, Michele Pelillo, Francesco Ognissanti, Giacomo Olivieri, il diessino Giuseppe Taurino, oltre a numerosi amministratori locali pugliesi ed a quattro segreterie provinciali della Margherita. Il manifesto “Con un’idea e un voto”, che ha già registrato l’interesse di importanti esponenti del mondo cattolico, agricolo, culturale e dell’economia della nostra regione, sarà al centro di diversi incontri che si svolgeranno in tutto il territorio pugliese nelle prossime settimane. *capogruppo e presidente regionale de La Margherita

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!