Vantaggiato. Giovedì i funerali

Mercoledì la camera ardente negli studi di Telerama

Burocrazia lenta. Slittano a giovedì i funerali di Sergio Vantaggiato, giornalista sportivo di Telerama, ferito in maniera fatale durante uno scippo in Francia

Uffici chiusi e attesa infinita per far partire la salma da Parigi, direzione Lecce. Il corpo di Sergio Vantaggiato è ancora in Francia; in un primo momento s’era pensato che potesse rientrare martedì e che i funerali potessero essere svolti in Duomo a Lecce mercoledì. Invece solo martedì le pratiche potranno essere ultimate e, di conseguenza, la camera ardente, presso gli studi di “Piazza Giallorossa”, all’interno delle sale di Telerama, nella zona industriale, potrà essere allestita solo mercoledì. I funerali si terranno giovedì, dunque, officiati da Francesco Ruppi, arcivescovo di Lecce e da don Damiano, amico personale del giornalista scomparso. Sergio Vantaggiato, secondo quanto ricostruito anche in seguito all’autopsia ed alle dichiarazioni rese dal fratello Antonio agli inquirenti, domenica scorsa, intorno alle 21,30, si trovava nella stazione del metrò di Bir Haikem, quando, sul vagone, prima che le porte si chiudessero, ha subito uno scippo da parte di un malvivente, spalleggiato da un complice. Mentre Antonio Vantaggiato e Martino, otto anni, figlio di Sergio, sono rimasti nello scompartimento, quest’ultimo s’è lanciato dietro al suo borseggiatore e, raggiuntolo sulle scale, l’ha acciuffato afferrandolo con la mano sinistra (sulla quale è stato trovato un livido) per un braccio. Il malvivente, però, in posizione ben più vantaggiosa, è riuscito a liberarsi della stretta, spingendo Sergio indietro. La caduta scomposta del giornalista, capo dei servizi sportivi di TeleRama, si è rivelata fatale. Ha urtato con la nuca sui gradini in ferro, ha subito una forte perdita di sangue. Ricoverato presso l’ospedale Saint-Louis della capitale francese con un trauma cranico chiuso ed un edema cerebrale, è spirato nelle ore successive. La magistratura ha aperto un fascicolo per omicidio preterintenzionale. I parenti però accusano un ritardo spaventoso dei soccorsi, di oltre un’ora. E intanto, a causa di un altro incredibile disguido, ovvero l’assenza di videocamere a circuito chiuso proprio in quel tratto del metrò, non essendovi neanche al momento testimoni, la polizia francese ha fatto affiggere manifesti con la foto di Sergio Vantaggiato nelle diverse stazioni, nella speranza che qualcuno lo riconosca e fornisca contestualmente anche indicazioni sui suoi aggressori.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!