Terza serata per la notte della taranta 2007

Nuova tappa a Martignano

Continua questa sera la decima edizione del festival La Notte della Taranta, in programma dall’ 8 al 25 di agosto. Tanti gli artisti salentini che si alterneranno sul palco di Martignano. Attesissimi gli Alla Bua e la loro trascinante pizzica

Un nuovo appuntamento tra i 15 presenti nel programma della notte della taranta 2007. ad esibirsi questa sera sul palco di marignano in piazza della Repubblica tanti artisti salentina. Si comincia alle 21.30 con il gruppo “Nui…Nisciunu” formato da Fernando Greco, Cinzia Rainò, Divina Tramacere, Giuseppe Giannuzzi, Fausto Fanuli, Donatella Negro e Giuliano Conte. Il gruppo nato nel 1999 dall’incontro di alcuni amici con la passione della musica. A seguire la cantante Ninfa Giannuzzi. Il suo canto intriso di raffinate sonorità, conduce e accompagna per luoghi, tempi e memorie diverse. Successivamente salirà sul palco “Laura Conti e Eiva d’or” in collaborazione con il Festival delle Province. Antiche e struggenti ballate si alternano a vivaci danze tradizionali che fanno rivivere con nuove sonorità piene di sensibilità moderna. A concludere la serata si esibirà intorno alla mezzanotte l’attesissimo gruppo etnomusicale salentino “Alla Bua”. Il gruppo di chiara fama nazionale e non solo, vanta ormai un curriculum che vede la sua partecipazione nelle principali piazze e festival musicali di tutto il territorio nazionale ed internazionale. I componenti provengono da vari paesi del Salento (Casarano, Collepasso, Racale, fino alla grica Sternatìa) ed hanno tutti la comune coscienza di sentire propria l’eredità della musica popolare con la grande voglia di suonarla, tramandarla e divulgarla, ma anche di farla evolvere in modo del tutto “spontaneo” e creativamente influenzato dalle loro varie radici musicali, che spaziano dal sinfonico sound del flautista Pierpaolo Sicuro e dell’oboista Irene Toma, al rock ‘70 del chitarrista cantante Dario Marti, ed all’organistico bayan cromatico del fisarmonicista Cristian Calò. Senza trascurare le forti radici tradizionali di Gigi Toma e Fiore Maggiulli, tamburelli e voci. Vicenza, Milano, Salerno, Teramo, Cosenza, Matera, Roma, Parma, Torino, Imola, sono solo alcune delle più importanti città e province che hanno visto la presenza del gruppo, con la frequente partecipazione a festival musicali di portata internazionale dove gli Alla Bua hanno avuto il compito e l’onore di rappresentare la Puglia e spesso anche l’intero panorama etnomusicale italiano. Di grandissima importanza e successo rimangono i concerti a Mosca, alla George Town University di Washington (USA), Canton e Shanghai (Cina), Sòfia (Bulgaria). Attualmente il gruppo collabora anche con il famoso attore e regista Michele Placido.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!