Più controlli contro le stragi sulle strade

Una mappa dettagliata dei punti più sorvegliati

Un programma messo a punto per contrastare le morti sull’asfalto salentino è stato presentato ieri dalla Provincia di Lecce. Più controlli e sanzioni più alte per chi non rispetta i limiti. “Ma – spiega Pellegrino – lo scopo è prevenire, non sanzionare”

Una capillare rete di controlli sulle arterie di propria competenza con maggior affluenza di traffico durante il periodo estivo. E’ questa la manovra con la Provincia di Lecce intende contrastare le stragi sulle strade salentine, nelle ultime settimane tragicamente in crescita. Durante una conferenza stampa che si è tenuta ieri a Palazzo Adorno, infatti, Palazzo dei Celestini ha presentato la mappa dettagliata dei punti in cui le pattuglie della polizia provinciale sosteranno per effettuare i controlli sui limiti della velocità degli automobilisti. “Si tratta di un’azione mirata più alla prevenzione che alla sanzione – ha spiegato Giovanni Pellegrino, presidente dell’ente provinciale – perché lo scopo prioritario che ci siamo assunti è quello di abbassare la mortalità sulle strade invogliando gli automobilisti a rispettare i limiti della velocità”. Il piano di intervento, che sarà pubblicato sul sito internet della Provincia di Lecce, riporta le date, le arterie e gli orari in cui i sistemi di rivelazione della velocità saranno attivi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!