Parola d’ordine: innovazione

Il confronto interno in vista del partito democratico

Meno presenze delle aspettative. Ma il resoconto dell’incontro programmatico del centro-sinistra che si è tenuto sabato scorso è tutto sommato positivo. L’idea portante è stata il rinnovamento. E già si prevede la possibile candidatura a sindaco (Amministrative 2009) di Gabriele Caputo o Claudio Casciaro

“Innovazione” è stata la parola chiave dell’incontro programmatico del centro-sinistra, che si è svolto sabato scorso presso la sala convegni del Cisi Puglia. Innovazione nell’economia, nell’utilizzo delle fonti energetiche, nell’utilizzo della macchina burocratica del Comune; persino nella classe dirigente. Concetti come “cambiamento”, “rinnovamento”, “riforma” e, appunto, “innovazione” saranno ricorrenti nel prossimo programma politico dell’alleanza di centro-sinistra, che ha cominciato a preparare le elezioni del 2009. Il rischio, però, è che a portare avanti e a personificare queste nuove idee sarà un “dinosauro” della politica locale. Il Forum del centro-sinistra era destinato ad una platea di persone molto più grande di quante erano presenti nella sala convegni del Cisi (solo una quarantina). Remigio Venuti, ideatore dell’incontro, è però riuscito nell’intento di far dialogare, senza le tensioni inevitabilmente presenti in Consiglio Comunale, esponenti politici ai margini della sua area di riferimento, come Francesco Capezza (Casarano Amica) e Attilio De Marco (Venti di Libertà), oppure rappresentanti di quell’area del centro-sinistra non presenti nell’assemblea cittadina, come Marcello Torsello (Verdi), Fiorenzo Sarcinella (Italia dei Valori) e alcuni socialisti. L’incontro – durato diverse ore, impegnando la mattinata e il pomeriggio – si è sviluppato su una lunga relazione del sindaco, che ha esposto lo stato di attuazione del suo programma politico, e sul conseguente dibattito. Tra gli interventi da segnalare quello dei diellini Gabriele Caputo e Claudio Casciaro, entrambi candidati alla candidatura a sindaco per il 2009, quest’ultimo molto critico nei confronti del governo cittadino. Ma a scuotere gli animi della sala e dell’intero centro-sinistra è stato l’intervento dell’assessore alle Politiche Sociali, Antonio Memmi (Margherita), che ha attaccato duramente Casciaro, presidente del suo stesso partito. L’assessore, in pratica, lo ha invitato ad abbandonare le velleità personalistiche e a trovare una soluzione unitaria all’interno dell’ormai prossimo Partito Democratico. “Personalmente – ha concluso Memmi – spero che facciano il terzo mandato, ma se questo non dovesse accadere, chiedo che si ragioni in termini unitari e non con le singole aspettative che mal si conciliano con le necessità generali”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!