VOYAGE. PRONTO A PARTIRE IL LOCOMOTIVE JAZZ FESTIVAL 2007

Presentato il programma della rassegna a tutto jazz che si svolgerà dal 3 al 6 agosto a Sogliano Cavour

Sogliano Cavour si prepara ad ospitare la seconda edizione della kermesse che, dal 3 al 6 agosto, farà incontrare su un unico grande palco le realtà jazzistiche salentine con i grandi del beat nazionale e internazionale. Non solo concerti in programma per la quattro giorni a tutto jazz che vanta un padrino d'eccezione, il grande trumpet sardo Paolo Fresu, ma anche mostre, laboratori, workshop e master class

Si intitola “Voyage”, la seconda edizione del Locomotive Jazz Festival che quest’anno si svolgerà dal 3 al 6 agosto a Sogliano Cavour. Ricco di appuntamenti il programma della kermesse che farà incontrare su un unico palco le realtà jazzistiche salentine con i grandi del beat italiano e internazionale. La rassegna, ideata e organizzata dal talentuoso sassofonista Raffaele Casarano, vanta come testimonial il grande trumpet sardo Paolo Fresu, apprezzato interprete del panorama jazzistico internazionale, fresco della cittadinanza onoraria ricevuta a dicembre proprio dal comune soglianese. Tra gli ospiti della quattro giorni a tutto jazz, anche Miles Okazaki (chitarra) e Dan Weiss (batteria), il chitarrista belga Philip Caterine e la formazione sarda Concordu de Tenores De Orosei insieme ai pugliesi Gaetano Partipilo, Marco Bardoscia Quartet, Cantori di Spongano e tanti altri. “Il tema centrale di Voyage – sottolinea Casarano – è l’incontro, la possibilità di mettere insieme le promesse del beat salentino e regionale con i jazzisti di fama nazionale e internazionale”. Ad esibirsi nella prima giornata di “incontri”, sarà anche il Paf Trio con Paolo Fresu, Antonello Salis e Furio Di Castrì. Tutti i concerti si terranno in piazza Diaz. Il chiostro comunale di Sogliano, invece, ogni fine serata, ospiterà jam session di jazz fino all’alba accompagnate da degustazioni di prodotti locali. Tra le tante iniziative del LJF 2007, anche “Il tuffo in un fiato”, un progetto di sperimentazione sulla registrazione del suono in acqua che darà vita, a fine evento, ad un concerto “multimediale”. Ampio spazio sarà dato alla scultura, con l’estemporanea “Modellando il jazz”, e alla fotografia con le foto-collezioni di Luigi Cesari e Claudio Longo. Poi ancora master class di percussioni, workshop e un laboratorio di scrittura a cura di Livio Romano. La manifestazione, patrocinata da Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comune di Sogliano Cavour, ha come partner il Conservatorio Tito Schipa di Lecce, Musicaltra, Video Muud, Jazzit magazine, Telenorba e Auand record. Il programma completo di Voyage è consultabile al sito www.locomotivejazzfestival.it. Masterclass e laboratorio letterario: 1. Laboratorio Letterario “le donne odiavano il Jazz” di Livio Romano 2. Masterclass di percussioni “percussioni nel Jazz” a cura del M° G. Imparato. Per partecipare invece agli altri corsi convenzionati con il Festival, si può aderire telefonando a: +39/346-3922180 entro e non oltre il 15 luglio. 1.”Corso in Organizzazione Eventi Musicali in Ambito Jazz” diretto da Luciano Vanni (Jazzit) 2.”Music Business: l´ autopromozione” diretto da Marco Valente (auand records) MASTER DI PERCUSSIONI(direzione artistica Alessandro Monteduro, Musicaltra) info: +39/347.8481537 In occasione del “Locomotive Jazz Festival” che si terra da 03 al 06 agosto a Sogliano Cavour (Lecce), le associazioni MusicAltra & Locomotive organizzano un seminario di percussioni afro-cubane tenute da Giovanni Imparato (www.giovannimparato.com). Tema della masterclass è: Percussioni nel jazz”

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!