Acas promuove “Piazze spensierate in festa”

I complimenti dei commercianti alla Pro Loco

L’associazione dei commercianti di Casarano esprime il suo giudizio positivo sulla manifestazione che ha riempito di musica, colori e gente le piazze centrali della città. E già vede all’orizzonte la Notte Bianca

“Le aziende commerciali e artigiane sono pronte a fare la loro parte per avvenimenti simili a quello di sabato scorso”. L’Acas, l’associazione dei commercianti e artigiani casaranesi, esprime un giudizio nettamente positivo sulla manifestazione “Piazze spensierate in… festa”, organizzato dalla Pro Loco, e spera che l’iniziativa venga estesa, a livello territoriale e di durata, per il futuro. La manifestazione, che si è protratta per cinque ore nelle piazze centrali della città, ha proposto musica rock, calcetto, film e cabaret ed ancora musica lirica, partenopea e da discoteca. Diverse aziende dell’Acas avevano protratto la chiusura dei negozi fino alla fine della manifestazione. “Va dato atto alla Pro Loco di aver fatto un ottimo lavoro – si legge nella nota dell’Acas firmata dal presidente Antonio Fabbiano –; la grande presenza di pubblico ne è la testimonianza. Attratti dalle iniziative in programma, famiglie, comitive di giovani e turisti hanno riempito le strade e le piazze di Casarano fino a notte fonda, facendo la gioia degli organizzatori e delle attività commerciali appositamente rimaste aperte ben oltre il consueto orario di chiusura. Tra le migliaia di persone accorse, non è passata inosservata la presenza di numerosi turisti italiani e stranieri provenienti dalle strutture ricettive della costa ed, in particolare, di un nutrito gruppo di americani. Insomma, un’esperienza positiva – prosegue Fabbiano – che il prossimo anno sarà di certo estesa sia a livello di territorio, coinvolgendo ulteriori strade e piazze di Casarano, e sia per quanto riguarda la durata, probabilmente arrivando a realizzare la tanto desiderata Notte Bianca. Tale esperienza positiva deve costituire, inoltre, un prezioso precedente per l’avvenire. Occorre lavorare tutti insieme, istituzioni ed associazioni, aziende ed enti – conclude il presidente – ed è doveroso superare le difficoltà che questo cammino può comportare al fine di consentire una sempre migliore riuscita delle manifestazioni realizzate nel nostro Comune”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!