Fuoco e fiamme sulla costa leccese

Una giornata da inferno

Una giornata da dimenticare quella di ieri. Una delle più calde dell’estate ma anche una delle più allarmanti

Un vero inferno. Il caldo torrido ed il vento sostenuto da sud-ovest hanno portato in fumo centinaia di ettari di macchia mediterranea. Tre gli incendi che ieri pomeriggio si sono divampati sulla costa salentina: il primo sulla Frigole- Torre Chianca, il secondo nel bosco di Calimera, il terzo nell’oasi delle Cesine dove le fiamme hanno rischiato di distruggere una delle zone più incontaminate del Salento. Tanta paura tra gli abitanti di questi luoghi. Il fuoco, infatti, viaggiando molto velocemente ha fatto temere un attacco alle abitazioni dei residenti. I vigili del fuoco e la forestale hanno provveduto a far evacuare case e spiagge. Ma la giornata di ieri ha portato alla luce anche un importante problema più volte sollevato da sindacati e dai vigili del fuoco ovvero la mancanza di personale e di mezzi. Qualcuno, per questo, ha fatto addirittura appello ai politici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!