Abuso e falso. Indagato Tondo

Nel mirino della Procura l’ex assessore della Poli

Parco Corvaglia e Polo Umanistico. L’indagine contro ignoti dei mesi scorsi, ora si concentra su Angelo Tondo, ex assessore all’Urbanistica del Comune di Lecce durante la giunta guidata da Adriana Poli Bortone

Quelle indagini che finora erano state condotte contro ignoti oggi hanno un nome, quello di Angelo Tondo, ex assessore all’Urbanistica della giunta leccese guidata da Adriana Poli Bortone. Ora indagato per abuso e falso. Per la vicenda di Parco Corvaglia e per il caso del Polo umanistico, ormai riuniti in un solo filone d’inchiesta dopo che una ingente quantità di documenti è finita in Procura. E’ dunque Tondo che finisce sotto i riflettori dell’inchiesta condotta dal pubblico ministero Marco D’Agostino. Due i punti principali: la realizzazione di una zona commerciale e di un parcheggio al posto dell’area verde del rione San Pio con tanto di scontro politico e la costruzione di un campus universitario alle spalle dell’ex Manifattura Tabacchi, direzione tangenziale Est. Questione di procedure. E l’attenzione ora è tutta su Angelo Tondo il quale, da assessore all’Urbanistica, è stato negli scorsi anni l’unico punto di riferimento per gran parte delle operazioni in tema di sviluppo urbanistico della città. L’indagine potrebbe riservare dei colpi di scena già nelle prossime settimane.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!